“In Ufficio di presidenza Fratelli d’Italia ha chiesto e ha ottenuto insieme alle altre opposizioni che non si entrasse in sessione di Bilancio senza che i ministri relativi alla 7a Commissione venissero a riferire”. Lo dichiara ad AgCult il deputato Federico Mollicone, capogruppo Fdi in commissione Cultura e Istruzione della Camera.

“Abbiamo ottenuto, convincendo anche la maggioranza, la richiesta di audizione dei ministri dell’Istruzione, Marco Bussetti e per i Beni culturali, Alberto Bonisoli, per martedì 13 e mercoledì 14 novembre”, spiega Mollicone che aggiunge: “Se la richiesta sarà esaudita, saremmo contenti perché siamo preoccupati dal fatto che nella Legge di Bilancio, al di là che emergono i soliti tagli sia sull’istruzione che sulla cultura che Bussetti e Bonisoli avevano scongiurato, ci sono addirittura vere e proprie riforme nascoste di cui ci devono parlare”.

Conclude Mollicone: “Non è corretto che il governo faccia delle riforme attraverso la Legge di Bilancio senza presentare un provvedimento specifico”.

Leggi anche:

Cultura, ecco tutte le misure contenute nella Manovra 2019

Rispondi