librerie tax credit

Sono 778 gli esercenti beneficiari dei contributi messi a disposizione quali crediti d’imposta fiscale a favore delle librerie, il tax credit librerie. Vengono così assegnati i 4 milioni di euro stanziati dalla Legge di Bilancio 2018. La legge aveva previsto agevolazioni fiscali per gli esercizi commerciali specializzati nel settore della vendita al dettaglio di libri. Il credito d’imposta spettante a ciascun esercente, indicato nella nell’elenco, è riconosciuto e calcolato sul fatturato maturato nell’esercizio finanziario dell’anno precedente, nonché sui parametri relativi alle voci di spesa.

L’elenco dei beneficiari è stato pubblicato con decreto direttoriale del Direttore Generale Biblioteche e Istituti culturali del Ministero dei Beni culturali. Il decreto è disponibile sul sito della Direzione e sul sito del Ministero. L’elenco è stato trasmesso il 12 novembre 2018 all’Agenzia delle Entrate.

TAX CREDIT LIBRERIE: ENTITÀ E RICHIESTE

Come previsto dalla Legge di Bilancio per l’anno 2018, gli esercizi commerciali specializzati nel settore della vendita al dettaglio di libri otterranno, a seguito dell’assegnazione del contributo, consistenti agevolazioni fiscali rispetto a diverse voci di spesa (IMU, TASI, TARI, imposta sulla pubblicità, tassa per l’occupazione di suolo pubblico, spese per locazione, nonché spese per mutuo e contributi previdenziali e assistenziali per il personale dipendente), nella misura massima di 20.000 euro per gli esercenti di librerie che non risultano ricomprese in gruppi editoriali dagli stessi direttamente gestite, e di 10.000 euro per gli altri esercenti.

La fase di presentazione delle domande del Tax Credit Librerie si è conclusa a inizio ottobre. Le domande accettate dal sistema telematico nel sito taxcredit.librari.beniculturali.it sono state 1196 ed hanno interessato 1796 punti vendita distribuiti in tutta Italia.

La legge recante “Disposizioni applicative in materia di credito di imposta per gli esercenti di attività commerciali, che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri” (L. 205/2017) ha incluso le diverse tipologie di esercenti, raggruppandole in differenti categorie in modo da dare ampia possibilità di accesso al credito: tra coloro che hanno presentato domanda, le librerie indipendenti sono risultate le più presenti, annoverate in 920 unità, pari al 77% del totale e la maggior parte di esse, il 67,5%, corrisponde allo scaglione di reddito più basso; appartengono invece alle librerie in franchising 269 esercenti, il 22,5% dei richiedenti; non mancano i gruppi editoriali interessati per uno 0,5%.

Approfondimenti:

Elenco dei beneficiari

Leggi anche:

Tax Credit Librerie, 1196 domande sottoscritte per 1796 punti vendita

Tax credit librerie: il governo lo vuole tagliare, ma il primo anno è stato un successo

Tax Credit librerie e sale cinematografiche, riduzioni consistenti in arrivo dal 2020

Rispondi