Lucia Borgonzoni FUS“Noi faremo un progetto speciale, ma non voglio che siano film, e lo ritaglieremo su prodotti che possano andare sulle piattaforme, sul web, magari con l’aiuto dei ragazzi per parlare ai ragazzi”. Lo ha dichiarato la sottosegretaria ai Beni culturali (con delega al cinema), Lucia Borgonzoni, intervenendo al convegno “Arte e cultura contro il femminicidio” tenutosi nella Sala Koch di Palazzo Madama. “Come Mibac ci siamo posti la domanda ‘cosa possiamo fare?’: perché dentro questa rivoluzione ci deve essere anche la cultura, che spesso riesce ad avere degli strumenti diretti per tutte le persone e anche per i giovani”.

“Sono i giovani – prosegue la Borgonzoni – quelli che devono far questa grande rivoluzione. Se non riusciamo a farla comprendere e a tramandarla alle nuove generazioni, allora parliamo di niente. E la cultura è uno di quei fattori per veicolare questo messaggio ai ragazzi, quello che può essere audiovisivo e arte è proprio questo tramite”, ha concluso la sottosegretaria.

Rispondi