La settimana della Cultura in Senato è caratterizzata dalla ripresa, nella XVIII legislatura, in commissione Esteri, del tanto atteso percorso parlamentare di ratifica della Convenzione di Faro interrotto, nella passata legislatura, proprio nel momento dell’approdo in Aula. In commissione Cultura, invece, nuove audizioni sul Fondo unico per lo spettacolo (Fus) e sul Bonus cultura.

LUNEDI’

Alle 11 la plenaria della commissione Bilancio prosegue l’esame del ddl 677 (ratifica dell’Accordo di cooperazione culturale, scientifica e tecnologica tra Italia e Bielorussia) e del ddl 678 (ratifica ed esecuzione dell’Accordo di cooperazione culturale, scientifica e tecnologica tra Italia e Repubblica di Corea).

MARTEDI’

Alle 14 l’Ufficio di presidenza della commissione Cultura, integrato dai capigruppo, riprende le audizioni sul Bonus cultura ascoltando l’Associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive e multimediali (ANICA).

Alle 15 si terrà l’Ufficio di presidenza della 7a commissione, integrato dai capigruppo, per la programmazione dei lavori.

MERCOLEDI’

Alle 14 la commissione Cultura continua l’indagine conoscitiva in materia di Fondo unico per lo spettacolo (Fus) con quattro audizioni: Associazione nazionale esercizi teatrali (ANET); Associazione delle reti teatrali italiane (ARTI); Associazione dei teatri di figura (ATF) e Fondazione per l’arte teatrale P.L.A.TEA.

La scorsa settimana in 7a commissione, sullo stesso argomento, si erano svolte le audizioni dell’Associazione delle imprese stabili di produzione (ISP), dell’Associazione nazionale delle compagnie e delle residenze di innovazione teatrale (ANCRIT), dell’Associazione nazionale teatri stabili d’arte contemporanea (ANTAC) e infine dell’Associazione teatro ragazzi (ASTRA).

Alle 15,15, la plenaria della commissione Esteri, in sede referente, svolgerà l’esame congiunto dei disegni di legge n. 257 e n. 702 riguardanti la ratifica della Convenzione di Faro sul valore del patrimonio culturale per la società. Relatore è il senatore Stefano Lucidi (M5S). Il provvedimento, nel caso in cui la 3a commissione ne abbia concluso l’esame, approderà nell’aula del Senato nella settimana che va dal 10 al 14 dicembre (per approfondimenti: Senato, a metà dicembre arriva in aula la ratifica della Convenzione di Faro).

Il ddl n. 257 porta la firma di Andrea Marcucci, capogruppo Pd a Palazzo Madama (ed è coofirmato dal responsabile Cultura del partito, Roberto Rampi); il ddl n. 702 è stato depositato a luglio da Michela Montevecchi, capogruppo in commissione Cultura per il Movimento 5 stelle.

Lo scorso anno, la fine anticipata della legislatura non consentì l’approvazione definitiva del provvedimento atteso da molto tempo e per il quale tutte le forze politiche si sono espresse favorevolmente. Ad oggi la Convenzione di Faro è stata ratificata da 18 Stati membri del Consiglio d’Europa su 47. A questi si aggiungono altri 5 paesi, tra cui l’Italia, che l’hanno firmata ma non ancora ratificata.

GIOVEDI’

Alle 14, in commissione Cultura, altre tre audizioni sul Fus: Emilia Romagna Teatri (ERT), Coordinamento delle realtà della scena contemporanea (C.RE.S.CO) e Associazione culturale Ateatro.

Leggi anche:

Aici, da Ravello arriva il “Patto per la Cultura” e la richiesta di ratifica della Convenzione di Faro

Fus, associazioni teatrali protagoniste in commissione Cultura del Senato

Cultura, la settimana alla Camera: occhi puntati sulla manovra

 

Articoli correlati