Konstantinos Kontovrakis e Giorgios Karnavas, della società di produzione greca Heretic, ricevono il Premio Eurimages Co-produzione, un riconoscimento al ruolo decisivo delle co-produzioni nella promozione degli scambi internazionali. In particolare, il Premio rappresenta un riconoscimento nella posizione dei due produttori nel campo cinematografico internazionale e il loro contributo allo sviluppo e alla promozione del cinema nel campo della co-produzione.

Il Premio verrà consegnato il 15 dicembre 2018 nel corso della Cerimonia di premiazione degli European Film Awards (EFA), che si terrà a Siviglia. Nel corso della cerimonia, saranno assegnati anche sei premi a film prodotti con il sostegno di Eurimages tra i quali ne figurano due all’italiano “Dogman” di Matteo Garrone. L’European Film Academy ha infatti svelato l’assegnazione a Massimo Cantini Parrini del premio Costumista Europeo 2018 e a Dalia Colli, Lorenzo Tamburini e Daniela Tartari del del premio Acconciatore e Truccatore Europeo 2018.

I VINCITORI DEL PREMIO EURIMAGES CO-PRODUZIONE

Mantenendo forti legami con il cinema internazionale, la società di produzione Heretic ricerca progetti con un respiro internazionale. Essa assicura loro una posizionamento nel mercato mondiale, dalla fase di sviluppo fino al completamento.

La società ha prodotto diversi film sostenuti dal Fondo Eurimages. Nel 2014, inoltre, Heretic ha lanciato Heretic Outreach, il ramo della società per le vendite internazionali che si occupa di film di grande rilievo. Tra questi, “Godless” di Ralitza Petrova, vincitore del Pardo d’Oro al Festival di Locarno nel 2016, “Holiday” di Isabella Eklöf, nominato per l’European Discovery agli EFA 2017, e “The reports on Sarah and Saleem” di Muayad Alayan, che ha ottenuto il Premio speciale della Giuria, al Rotterdam International Film Festival.

IL FONDO EURIMAGES

Eurimages è il Fondo del Consiglio d’Europa a sostegno della coproduzione, distribuzione, sfruttamento e digitalizzazione di opere cinematografiche europee. Nato nel 1989, al momento ne fanno parte 37 dei 47 Stati membri del Consiglio d’Europa a cui si aggiunge il Canada come membro associato. Tra gli Stati membri figura anche l’Italia, oltre che Paesi quali Francia, Germania, Spagna e Portogallo.

Il Fondo sostiene progetti di lungometraggio di finzione, di animazione e di film documentario di una lunghezza minima di 70 minuti, in quattro diversi settori. Si tratta del sostegno alla coproduzione, alla digitalizzazione, alla distribuzione e all’esercizio.

Il finanziamento si rivolge a società europee indipendenti e a progetti che devono avere una natura europea. Tale natura viene valutata sulla base della Convenzione Europea sulla Coproduzione Cinematografica e delle fonti di finanziamento.

Il Fondo ha un budget annual di 25 milioni di euro che derivano dai contributi degli Stati membri e dai prestiti concessi.

 

Articoli correlati