Musei “Il sistema museale è uno dei gioielli del ministero, formidabile strumento di contatto tra cittadini e cultura”. Alberto Bonisoli, ministro dei Beni culturali, ha indirizzato un messaggio (letto dal segretario generale del Mibac, Giovanni Panebianco) in occasione dell’inaugurazione della manifestazione Rome Museum Exhibition che durerà fino al 1 dicembre presso la Fiera di Roma.

La manifestazione, e il convegno di apertura dedicato al Sistema museale nazionale, scrive Bonisoli, “mette il sistema museale e i direttori dei musei al centro di una discussione di alto profilo. Orientata a obiettivi ambiziosi e buone prassi: temi fondamentali come cooperazione interistituzionale, la collaborazione pubblico-privato, amministrazione efficace e trasparente e la digitalizzazione”.

Nelle linee programmatiche del suo mandato, il ministro ha “fin da subito indicato come obiettivi lo sviluppo di reti museali, l’incremento sostenibile delle possibilita di fruizione, la valorizzazione delle periferie urbane e dei siti di minore notorietà”. Oggi Bonisoli conferma “questo impegno per lo sviluppo del sistema museale nazionale, accanto al garantire una sempre maggiore accessibilità, efficienza e adesione alle nuove tecnologie nei nostri luoghi della cultura. L’Italia è stata spesso definita un museo a cielo aperto ed è vero, una rete della cultura che si irradia nel Paese e svolge un ruolo indispensabile per comunità e territori”.

“La riforma ampliativa del sistema delle gratuità, l’attenzione ai giovani e ai ragazzi, l’istituzione della Commissione Reti museali e Sistemi territoriali e lo sviluppo di progetti di digitalizzazione, sono elementi altrettanto importanti e indicano una direzione precisa, una visione di sistema in cui il museo viene valorizzato come centro di cultura aperta, inclusiva identitaria per la crescita e lo sviluppo delle nostre comunità”.

Rispondi