Castello Borghese dimore storicheLa Regione Lazio ha pubblicato un avviso pubblico per la concessione di contributi al fine di realizzare interventi di valorizzazioni nelle dimore storiche già iscritte nella Rete regionale. Il termine per la presentazione delle domande scade il 28 gennaio 2019.

Tra gli interventi ammessi sono previsti: Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, Opere di restauro e risanamento conservativo, Interventi di restauro su beni culturali mobili e superfici decorate di beni architettonici, I lavori finalizzati al miglioramento dell’accessibilità o fruibilità dei beni, in particolare nei confronti di persone con disabilità fisica o sensoriale, I lavori finalizzati alla realizzazione di infrastrutture di interconnessione, fisica e funzionale, di beni inseriti nella Rete con lo scopo di migliorarne la fruibilità. Gli interventi proposti dovranno essere completati entro 12 mesi dall’avvio del progetto, salvo proroga concessa dalla Direzione competente su istanza debitamente motivata dell’interessato

L’AVVISO PUBBLICO

L’avviso pubblico è rivolto ai soggetti, pubblici e privati, proprietari di dimore, ville, complessi architettonici e paesaggistici, parchi e giardini di valore storico e storico-artistico, inseriti senza riserva, al momento di presentazione della domanda, nella Rete regionale delle dimore storiche, che già risultino visitabili da parte del pubblico (anche solo per appuntamento), o di quei beni per i quali la fruibilità pubblica può essere consentita in piena sicurezza.

Ciascun soggetto pubblico o privato in possesso dei requisiti potrà presentare non più di una proposta di intervento per singolo bene presente nella Rete.

RISORSE DISPONIBILI

Il contributo regionale concedibile per ogni progetto non potrà superare, per le richieste avanzate dai soggetti privati, il 50 per cento del costo complessivo ammissibile dell’intervento e per le richieste avanzate dai soggetti pubblici il 70 per cento del costo complessivo ammissibile dell’intervento; in ogni caso l’importo massimo del contributo concedibile non potrà superare il tetto di 50.000 euro.

Il contributo effettivamente liquidabile ed erogabile a seguito della rendicontazione non potrà inoltre eccedere quanto necessario a consentire la copertura del deficit di bilancio del progetto, inteso come differenza tra tutte le spese ammissibili sostenute e le entrate percepite per l’attuazione dell’intervento per effetto di contributi e sponsorizzazioni, pubbliche o private, o per effetto di detrazioni o altre agevolazioni fiscali.

GLI OBIETTIVI

L’obiettivo del nuovo bando è quello di promuovere e sostenere interventi di restauro, risanamento conservativo, recupero, fruizione e manutenzione ordinaria e straordinaria di dimore, ville, complessi architettonici e paesaggistici, parchi e giardini di valore storico e storico-artistico inseriti nella Rete. La Regione Lazio promuove e sostiene, infatti, interventi di valorizzazione, fruizione, conoscenza, informazione e formazione relativamente alle dimore, ville, complessi architettonici e paesaggistici, parchi e giardini di valore storico e storico artistico aventi natura di bene culturale o paesaggistico.

Prioritari gli interventi che costituiscono progetti mirati a rendere tali beni il più facilmente possibile disponibili e godibili in piena sicurezza da parte del pubblico.

Approfondimenti:

Leggi il bando della Regione Lazio

Rispondi