ParmaE’ aperto fino al 31 marzo 2019 il bando pubblico per presentare iniziative culturali da inserire nel calendario di “Parma capitale italiana della cultura 2020”.

Il 16 febbraio 2018 a Roma la giuria nominata dal ministero per i Beni culturali ha eletto la città di Parma Capitale della Cultura Italiana per l’anno 2020. Il Dossier di candidatura che il Comune ha presentato sul bando di Capitale Italiana, intitolato “La cultura batte il tempo”, è un programma di attività costituito da un progetto pilota, suddiviso in quattro azioni, e dalle “officine contemporanee”, cantieri-laboratorio, esposizioni, rassegne e produzioni che coinvolgono città e territorio fino al Distretto turistico Emilia.

Risponde agli obiettivi del bando di Capitale Italiana che puntano a stimolare le città rispetto al:

  • miglioramento dell’offerta culturale, crescita della inclusione sociale e superamento del cultural divide;
  • rafforzamento della coesione e sviluppo della partecipazione pubblica;
  • incremento dell’attrattività turistica;
  • utilizzo delle nuove tecnologie;
  • promozione dell’innovazione e dell’imprenditorialità nei settori culturali e creativi;
  • conseguimento di risultati sostenibili nell’ambito dell’innovazione culturale.

Il bando pubblico ha l’obiettivo di selezionare progetti culturali al fine ampliare la partecipazione al Programma di Parma 2020 e stimolare il territorio ad esprimere progettualità in linea con la visione sopra espressa.

PROPOSTE PROGETTUALI – TIPOLOGIA

Le proposte presentate potranno appartenere ad una delle seguenti tipologie:

  • a) Progetti autofinanziati per i quali si chiede il solo patrocinio del Comune di Parma (ovvero logo Comune di Parma e Parma Capitale italiana della Cultura).
  • b) Progetti autofinanziati per i quali si chiede il patrocinio del Comune di Parma e i vantaggi economici (utilizzo spazi, esenzioni, servizi, etc …).
  • c) Progetti in parte finanziati in maniera autonoma o da terzi (per cui si cerca ancora un cofinanziamento).

TEMPISTICHE E SELEZIONE

Il bando sarà aperto fino al 31 marzo 2019. Le proposte presentate entro il 31 gennaio, saranno valutate il mese successivo; gli esiti relativi ai progetti presentati entro il 31 marzo, saranno invece resi pubblici entro la fine di aprile 2019.

La selezione non produrrà una graduatoria, ma un elenco di progetti valutati idonei o non idonei al Programma di Parma 2020, che verrà reso disponibile on line. Il Comune di Parma, per le proposte ritenute idonee all’inserimento nel Programma di Parma 2020 e/o nel Piano della Comunicazione della Capitale Italiana della Cultura, potrà prevedere agevolazioni così come dettagliate nell’avviso stesso.

Possono presentare proposte progettuali: 1. gli enti del terzo settore; 2. gli enti no profit pubblici e privati; 3. i soggetti privati che per notorietà e struttura sociale posseduta possano dare garanzia di correttezza e validità dell’iniziativa realizzata, a condizione che assicurino il completo finanziamento del progetto.

CARATTERISTICHE DELLE PROPOSTE

  • Le proposte progettuali presentate dovranno:
  • essere aderenti al concept di Parma 2020;
  • rivolgersi ad un pubblico variegato e diversificato per fascia di età e di stili culturali e socio-relazionali;
  • proporre progettualità con evidenti elementi di qualità e innovazione, dimostrando l’impatto dell’attività sul territorio, anche attivando percorsi che si autosostengono nel tempo;
  • posizionarsi nella prospettiva di un’attività che crei benefici a posteriori, anche innestando percorsi e processi di welfare culturale;
  • garantire la sostenibilità organizzativa e economica dei progetti e la reale capacità di attrarre altre forme di finanziamento (sponsorizzazioni, risorse proprie, attivazione di crowdfunding, contributi da parte di altri enti pubblici etc.).

Le proposte del calendario “Parma 2020” potranno realizzare iniziative anche in ambito nazionale e internazionale, al di fuori del territorio di Parma o dell’Emilia, pur con un legame esplicito con Parma e il suo territorio.

In questo bando non saranno prese in considerazione proposte progettuali per iniziative di comunicazione e media (a titolo puramente esemplificativo non saranno valutate iniziative quali: produzioni audiovisive originali, prodotti editoriali, guide turistiche, siti web e iniziative social, ecc.).

PROCEDURA

La procedura di presentazione è on line. Il form da compilare è disponibile dal 17 dicembre 2018.

LABORATORI DI FORMAZIONE

Il Comune di Parma organizza 3 incontri che attraverso un’attività di tipo laboratoriale, stimoleranno la diffusione di una progettualità integrata e multidisciplinare legata al Programma di PArma 2020. I workshop sono dedicati ad operatori e responsabili di organizzazioni, associazioni, soggetti pubblici e privati, che vogliono confrontarsi con il mondo della progettazione culturale, per migliorare le strategie e gli obiettivi della propria organizzazione e rispondere prontamente alla chiamata della Capitale della Cultura 2020 (clicca per approfondimenti).

Per approfondimenti:

Leggi l’avviso pubblico per Parma 2020

Leggi anche:

Parma è la Capitale italiana della Cultura 2020

Parma Capitale della cultura 2020, E.Romagna: un grande riconoscimento

Rispondi