Siae logoIl direttore generale SIAE Gaetano Blandini è “sorpreso” delle dichiarazioni del presidente di Assomusica Vincenzo Spera sull’inefficacia del biglietto nominale contro il fenomeno del secondary ticketing, “assolutamente prive di qualunque fondamento”.

Al contrario, SIAE ritiene che il biglietto nominativo “sia uno degli efficaci strumenti di contrasto del fenomeno del secondary ticketing, a tutela del cittadino-utente, dell’erario dello Stato, ma anche della migliore tutela del diritto d’autore”.

“Più volte è stato ribadito che l’emendamento proposto dall’Onorevole Battelli è “speculare” ad una delle soluzioni tecniche proposte dalla Società Italiana degli Autori ed Editori, soluzioni illustrate nel documento depositato da SIAE alla Commissione VII della Camera dei Deputati “Indagine conoscitiva sulla bigliettazione dello spettacolo dal vivo” nell’audizione del 2 febbraio 2017”.

“SIAE conferma il massimo sostegno all’emendamento dell’Onorevole Battelli e auspica che diventi legge, anche se sarà poi necessario accelerare sulle modifiche tecniche in relazione alla più ampia normativa dei misuratori fiscali sulle quali Agenzia delle Entrate e SIAE stanno già lavorando”.

Leggi anche:

Spettacolo, Vacca: ok emendamento contro secondary ticketing

Camera, la manovra arriva in Aula: ecco gli emendamenti per la cultura

Rispondi