L’impegno del governo nella ricostruzione post sismica “è massimo e lo stiamo dimostrando in queste settimane con la nomina del sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alla ricostruzione, Vito Crimi e i vertici dei nuovi Uffici speciali”. Lo ha detto a L’Aquila il sottosegretario per i Beni culturali, Gianluca Vacca, intervistato da Abruzzoweb a margine della cerimonia di riapertura della chiesa di Santa Maria del Suffragio detta delle “Anima Sante”, uno dei luoghi di culto simbolo del terremoto del 2009.

“Il Mibac -ha aggiunto Vacca – è impegnato in prima linea. Stiamo recuperando dei fondi di una delibera Cipe per dotare a breve le sovrintendenze di personale aggiuntivo che lavori alla ricostruzione. Nella legge di Bilancio abbiamo messo un milione di euro per la realizzazione il prossimo anno di iniziative culturali nel decimo anniversario del terremoto”.

Vacca sottolinea come ci sia stata “un’attenzione per L’Aquila ma sono stati dimenticati gli altri comuni del cratere”. Su questo punto, dichiara, “c’è un dossier sul quale sta già lavorando il sottosegretario Crimi per fare in modo che oltre al completamento della ricostruzione del capoluogo finalmente parta con nuovo impulso anche quella dei paesi circostanti”. Conclude il sottosegretario per i Beni culturali: “Servono dei progetti e del personale per mandare avanti le pratiche burocratiche che spesso sono lente”.

Rispondi