Mauro Felicori Il ministro Bonisoli adotti iniziative “per avvalersi in qualche forma della comprovata professionalità manageriale del dottor Mauro Felicori in modo da non disperdere le importanti competenze che hanno garantito il raggiungimento di eccellenti risultati nella gestione museale”. Lo chiede la deputata Flavia Piccoli Nardelli (Pd) in un’interrogazione rivolta al titolare del Mibac.

Lo scorso 31 ottobre, ricorda Piccoli Nardelli, “si è concluso, in anticipo di un anno rispetto ai quattro anni normativamente previsti, l’incarico di direttore della Reggia di Caserta del dottor Mauro Felicori, ai sensi della legge sulla quiescenza obbligatoria per limiti di età dei dipendenti pubblici”. Un incarico che era iniziato nell’ottobre 2015 “a seguito della riforma del sistema museale italiano voluta dal Ministro pro tempore Dario Franceschini che, puntando a rafforzare le politiche di tutela e di valorizzazione del patrimonio italiano, istituiva musei dotati di autonomia speciale la cui direzione generale doveva essere affidata a esperti di chiara fama, scelti con procedure molto rigide di selezione pubblica internazionale tra i più competenti in materia di gestione museale”.

Piccoli Nardelli, dopo aver ricordato il curriculum professionale di Felicori, sottolinea gli “importanti successi” da lui conseguiti “valorizzando al massimo l’immagine della Reggia di Caserta, incrementando notevolmente il numero di visite annuali e la visibilità della stessa sulla scena culturale nazionale e internazionale e utilizzando al meglio gli investimenti pubblici”. Grazie a Felicori, evidenzia la deputata Pd, “il Palazzo reale chiuderà il 2018 con un nuovo record di visitatori, toccando quota 900 mila visitatori, con picchi di alcune giornate con 20 mila ingressi, a fronte dei 837.848 accessi del 2017, contro i 497.038 del 2015 e i 681.101 del 2016”.

Leggi anche:

Musei, Felicori: Portare avanti il discorso sull’autonomia

Reggia di Caserta, Felicori: mio pensionamento a causa di una legge sbagliata

Reggia di Caserta: si insedia Lampis accompagnato da Panebianco, Coccoluto e Parrulli

Rispondi