C’è tempo fino al 6 gennaio per votare uno dei 115 progetti dell’anno candidati nel concorso che premierà il progetto finanziato attraverso l’Art Bonus più votato tra quelli selezionati sulla piattaforma www.concorsoartbonus.it. L’iniziativa è organizzata da Ales Spa in collaborazione con Promo PA Fondazione – LuBeC, Lucca Beni Culturali. Il concorso è giunto alla sua terza edizione. La prima edizione, nel 2016, è stata vinta dal progetto del Comune di Poggibonsi “Archeodromo di Poggibonsi”. L’anno successivo, nel 2017, è stata la volta dell’Accademia di Belle Arti di Carrara con il “Restauro della sala del Campionario dei Marmi”.

In Calabria è in corsa per il riconoscimento solo un progetto. Si tratta del restauro di due frammenti marmorei custoditi presso il Museo Archeologico Nazionale Di Reggio Calabria: mano di pugile (C 415; h 16 cm), con dita incomplete e frammento di bassorilievo marmoreo (C 373; h 16 cm, largh. 9,5 cm), appartenente forse a un sarcofago, diviso in due registri da una fascetta. Nel registro superiore sono visibili soltanto i piedi nudi di una figura di prospetto; in quello inferiore è presente una figura maschile, barbata, coi capelli cinti d’atenea, legati anche sulla nuca. La testa di profilo è piegata alquanto verso destra, il naso è danneggiato.

Il costo previsto per il progetto era di 500 euro, interamente coperto dalla donazione effettuata dalla Società Italiana della Tecnologia dell’Architettura.

Leggi anche:

Concorso Art Bonus 2018, fino al 6 gennaio è possibile votare i progetti dell’anno

Concorso Art Bonus, in Emilia Romagna 12 progetti: da Ferrara al Teatro Regio di Parma

Concorso Art Bonus: da Paestum a Capodimonte, 4 i progetti in lizza in Campania

 

Articoli correlati