Mibac Bonisoli cultura sistema museale nazionale restauratori

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale dello scorso 12 dicembre il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 novembre 2018 che individua e definisce la disciplina per il trasferimento delle risorse umane, strumentali e finanziarie al Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

Il settore del Turismo aveva lasciato il Ministero per i Beni culturali per approdare alle Politiche agricole con deliberazione del Consiglio dei ministri dello scorso giugno. Il 13 luglio 2018 era entrato in vigore il decreto legge che sanciva il riordino delle funzioni di Governo e, nello specifico, le attribuzioni al Mibac e al Mipaaft. La legge n.97/2018 del 9 agosto scorso aveva convertito in legge il decreto legge.

IL PERSONALE DELLA DIREZIONE TURISMO

Dal 1° gennaio 2019, stabilisce il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, il personale del Mibac sarà trasferito al Mipaaft. Si tratta, in particolare, del personale a tempo indeterminato, di quello in assegnazione temporanea presso altre amministrazioni e del personale con incarichi dirigenziali assegnato alla Direzione generale Turismo del Mibac.

Le assegnazioni avverranno nei limiti previsti dall’allegato al decreto e sarà lasciata ai dipendenti pubblici la possibilità di far valere il diritto di opzione. Questo potrà essere esercitato entro quindici giorni dalla data di pubblicazione del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri e sarà poi comunicato dal Mibac e dal Mipaaft al Ministero dell’Economia per la definizione delle dotazioni organiche effettive. Il personale continuerà ad essere retribuito dal Mibac fino al 31 dicembre 2018 passando poi all’amministrazione di nuovo riferimento.

LE RISORSE FINANZIARIE

Dal 1° gennaio 2019, le risorse finanziarie relative alle spese di funzionamento e ai beni strumentali della Dg Turismo saranno iscritte nei capitolo dello stato di previsione di spesa del Mipaaft. Allo stesso tempo, cesseranno anche gli effetti degli impegni assunti dal Mibac(t) rispetto a quanto previsto nello stato di previsione di spesa della Dg Turismo che non saranno stati trasferiti alla nuova amministrazione di riferimento. Resta fermo che fino al 31 dicembre prossimo, la gestione delle risorse finanziarie relative alle politiche in materia di turismo sarà esercitata dal Mibac.

In merito all’assegnazione delle risorse strumentali, le due amministrazioni hanno convenuto di assegnare al Mipaaft un importo di 18 mila euro. L’importo è stato calcolato sulla stima dei costi relativi ai beni oggetto di trasferimento. Con il disegno di bilancio 2019-2021 o con decreto del Mef saranno effettuate le necessarie variazioni di bilancio.

IL TAX CREDIT TURISMO PER IL 2019

Il decreto dedica anche un comma all’imminente attivazione delle procedure riguardo alle agevolazioni fiscali per il settore turistico per il periodo d’imposta 2019. Si stabilisce, nello specifico, che il Mipaaft continuerà ad avvalersi del portale dei procedimenti attivato dal Mibac. Questo fino alla realizzazione di un apposito portale nell’ambito dei sistemi informativi del Mipaaft. Un successivo protocollo d’intesa tra i due Ministeri definirà le modalità di portabilità dei dati del portale.

Approfondimenti

Testo del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri

Leggi anche:

Il Mibact perde la T: il Turismo passa alle Politiche agricole

Turismo, ecco il decreto che lo trasferisce alle Politiche agricole. E il Mibac guadagna un Dg

Rispondi