Antonio-MegalizziImpegnare la commissione Cultura della Camera a onorare in maniera concreta la figura di Antonio Megalizzi, il giovane giornalista trentino vittima della strage di Strasburgo la sera dell’11 dicembre scorso. E’ la proposta lanciata in VII commissione dal deputato Paolo Lattanzio (M5S) che ha raccolto consensi tra gli esponenti di tutte le forze politiche.

“Ho chiesto che nel prossimo Ufficio di presidenza della commissione siano avanzate dai partiti varie proposte in modo poi da scegliere, in maniera collaborativa, la più adeguata”, dichiara Lattanzio ad AgCult. “L’importante è che si arrivi a qualcosa di concreto, che rappresenti la realizzazione dei sogni di un ragazzo quale era Megalizzi”, aggiunge il deputato M5S. “La sua morte mi ha colpito in modo particolare perché Antonio era un giovane che proveniva, come il sottoscritto, dal mondo delle web-radio – spiega Lattanzio -. Soprattutto Megalizzi ha rappresentato il salto di qualità di una web-radio portata su scala europea”.

“Condivido in pieno l’idea di Lattanzio”, ha dichiarato ad AgCult il deputato Luigi Casciello (FI). “Per mantenere viva la memoria di Megalizzi serve qualcosa di concreto -ha aggiunto -. Così ho subito avanzato una mia proposta: istituire una borsa di studio a suo nome presso una delle scuole di giornalismo nelle università italiane. L’augurio è che un giovane possa realizzare il sogno che Megalizzi non ha potuto portare a compimento, quello di diventare giornalista professionista”.

Rispondi