L’Agenzia delle Entrate ha disposto le modalità e i termini per la fruizione del Tax credit librerie andando anche a istituire il codice tributo per lo stesso credito d’imposta. I provvedimenti dell’Agenzia delle entrate sono stati pubblicati sul sito della Direzione generale Biblioteche e istituti culturali del Ministero per i Beni culturali. La finalità è garantire che la fruizione del credito “avvenga nei limiti dell’importo concesso dal Ministero per i beni e le attività culturali”.

Lo scorso novembre, la stessa Direzione generale aveva pubblicato l’elenco dei 778 beneficiari del contributo d’imposta per il 2018 assegnando i quattro milioni di euro stanziati dalla Legge di bilancio 2018 (leggi). L’elenco era stato trasmesso il 12 novembre all’Agenzia delle entrate.

IL MODELLO F24 PER RICHIEDERE IL CONTRIBUTO

I richiedenti il credito d’imposta dovranno presentare il relativo modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, pena il rifiuto del versamento. L’Agenzia conferma quanto previsto dal decreto interministeriale 23 aprile 2018 a firma del Ministero per i Beni culturali e il Ministero dell’Economia (leggi). Nel provvedimento, infatti, si ribadisce che il credito d’imposta è utilizzabile in compensazione a decorrere dal decimo giorno lavorativo del mese successivo a quello in cui la Dg Biblioteche e istituti culturali comunica ai beneficiari l’importo del credito spettante.

Per consentire la presentazione della richiesta di contributo, sarà da ora in poi possibile inserire nel modello F24 il codice 6894 denominato ““TAX CREDIT LIBRERIE – credito d’imposta a favore degli esercenti di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati – art. 1, comma 319, della legge 27 dicembre 2017, n. 205”.

PROCEDURA DI CONTROLLO

La Dg Biblioteche e Istituti culturali trasmette all’Agenzia delle entrate i dati dei soggetto beneficiari del credito d’imposta con i relativi importi. Per ogni modello F24 ricevuto, l’Agenzia effettuerà controlli automatizzati. Se l’importo del credito d’imposta utilizzato risulterà superiore al credito residuo o nel caso in cui l’impresa non rientri nell’elenco dei beneficiari, il modello F24 presentato sarà scartato.

Approfondimenti:

Link all’avviso della Dg Biblioteche e istituti culturali

Leggi anche:

Librerie, ecco il decreto Mibact con le disposizioni applicative del tax credit

Tax Credit Librerie, online l’elenco dei beneficiari

Manovra, Bonisoli: già a lavoro per evitare taglio tax credit librerie dal 2020

Tax Credit Librerie, 1196 domande sottoscritte per 1796 punti vendita

Tax credit librerie: il governo lo vuole tagliare, ma il primo anno è stato un successo

 

 

Articoli correlati