C’è tempo fino al 6 gennaio per votare uno dei 115 progetti dell’anno candidati nel concorso che premierà il progetto finanziato attraverso l’Art Bonus più votato tra quelli selezionati sulla piattaforma www.concorsoartbonus.it. L’iniziativa è organizzata da Ales Spa in collaborazione con Promo PA Fondazione – LuBeC, Lucca Beni Culturali. Il concorso è giunto alla sua terza edizione. La prima edizione, nel 2016, è stata vinta dal progetto del Comune di Poggibonsi “Archeodromo di Poggibonsi”. L’anno successivo, nel 2017, è stata la volta dell’Accademia di Belle Arti di Carrara con il “Restauro della sala del Campionario dei Marmi”.

Sono 14 i progetti nel Piemonte in gara per il concorso Art Bonus:

BIBLIOTECA COMUNALE DI NOVELLO

L’intervento Art Bonus ha riguardato il finanziamento progetto FuoriTempo finanziato dalla Compagnia di SanPaolo.

BIBLIOTECHE CIVICHE TORINESI – TORINO

Inserimento nel catalogo elettronico e digitalizzazione di fondi e collezioni storiche, organizzazione e promozione di attività culturali (per esempio progetti come Nati per Leggere e Pubblico Dominio oppure manifestazioni come Leggermente, Tantestorie, Torino che legge).

Questo progetto è stato ridefinito con target più precisi. Le donazioni non ancora utilizzate (€ 1.270) sono state perciò assegnate al progetto “Acquisto nuovi libri di narrativa per organizzare attività di promozione della lettura rivolte al pubblico adulto”.

BIBLIOTECA CIVICA “TOMMASO DE OCHEDA” – TORTONA

L’intenzione dell’Amministrazione è di rendere più fruibili gli spazi della Biblioteca Civica Comunale con i seguenti interventi: -potenziamento rete wireless della biblioteca di Tortona. -corsi di lingua rivolti a stranieri che apprendono l’italiano. Si intende allestire presso gli spazi a disposizione, una dotazione in grado di supportare sia un laboratorio linguistico per piccoli gruppi, che la visione individuale di filmati. -laboratorio di perfezionamento della lingua italiana. Diretto sia agli “stranieri” che agli italiani giovani o meno giovani. -Interventi di affiancamento per il superamento di problemi scolastici per studenti a partire dalle scuole medie inferiori. aumento delle attività di lettura in pubblico, per gruppi di giovani e adulti. -Rendere stabili le letture preserali e serali e all’aperto, favorire lo sviluppo dei Circoli dei Lettori, mediante la concessione di condizioni di favore per l’utilizzo dei locali, delle attrezzature e del patrimonio. corsi di aggiornamento sull’utilizzo delle tecnologie e delle risorse informatiche. – aumento dell’orario di apertura

BIBLIOTECA CIVICA “PIETRO CERETTI” – VERBANIA

L’intervento ha riguardato un’attività di rifunzionalizzazione che, mantenendo inalterata la qualità dell’offerta culturale, renda più adeguati gli spazi ed i servizi alla nuova fisionomia della biblioteca.

Il progetto di rifunzionalizzazione prevede pertanto:
a) Lo spostamento al piano terra dei servizi e delle sezioni ad alta intensità di pubblico:
– accoglienza e prestito
– letteratura e letteratura di genere
– sezione ‘Audio&Video’
– sezione per l’infanzia.

b) La collocazione al primo piano delle attività meno rumorose:
– sala studio e materiale bibliografico di approfondimento
– sezione di Storia e Geografia (già collocata a questo piano)
– sezione ‘Verbania&Dintorni’.

c) La destinazione dell’ultimo piano in parte ad ufficio, in parte ad area ‘Liberamente’ rivolta al pubblico dei giovani adulti.

Il progetto prevede inoltre alcune azioni che interessano tutto il pubblico e che consiste nell’ammodernamento degli strumenti già in uso: pagina web, newsletter, servizi di messaggistica, app per smartphone, servizio wifi.

MUSEO – GIARDINO DELLA CIVILTÀ DELLA SETA IN RACCONIGI (CN)

Il complesso dell’Ex Convento delle Clarisse è situato nel centro storico di Racconigi, compreso nell’isolato tra le vie S. Chiara a sud, vicolo San Giovanni ad est, Via Garibaldi ad ovest e piazza Burzio (attuali giardini) a nord. In questo isolato sono vissute, in tempi successivi, due comunità religiose femminili, più precisamente dal 1623 al 1802 le Monache Domenicane e dal 1880 al 1963 le Monache di Santa Chiara, dette anche Clarisse. Il Museo – Giardino della Civiltà della Seta è attualmente ospitato in alcuni locali della manica sud ed ovest dell’ Ex convento della Clarisse in Piazza G.A. Burzio di Racconigi. Il porticato esterno ed i pilastri dello stesso hanno problemi generalizzati di distacco dell’intonaco , parimenti nell’interno dei locali museali l’intonaco è distaccato in più punti. I vetusti impianti devono essere rifatti e messi a norma , i nuovi allestimenti del museo sono previsti con pannelli didattici, postazioni multimediali, modelli, diorami, esposizione di documenti storici originali, riproduzioni ad alta definizione di documenti dell’Archivio Storico Comunale e allestimenti scenografici atti a ricostruire gli ambienti di lavoro sia rurali, sia industriali, del settore serico e momenti di vita contadina.

RITRATTO MARGHERITA DI SAVOIA – TORINO

L’intervento ha riguardato il restauro per risoluzione lacerazioni e abrasioni del dipinto e della cornice: campagna fotografica prima, durante, dopo l’intervento; indagini di imaging multispettrale; piano diagnostico multidisciplinare:indagini scientifiche; intervento sul dipinto; intervento sulla cornice.

APPARTAMENTI REALI DEL CASTELLO DELLA MANDRIA – VENARIA REALE

L’intervento si incentrato sul restauro e recupero degli arredi storici, manufatti e opere d’arte della camera da letto di Vittorio Emanuele II presso il Castello della Mandria. Si tratta di 1 letto, 1 scendiletto, 1 comodino, 1 comò, 1 poltrona, 5 sedie, 1 specchiera, 1 fermacarte, 2 quadri, 3 candelabri, facenti parte delle storiche collezioni del primo re d’Italia esposte nel Museo degli Appartamenti Reali.

BIBLIOTECA ASTENSE GIORGIO FALETTI – ASTI

Leggere a colori è il titolo della proposta formativa che la Fondazione, in partnership con l’Ufficio scolastico Provinciale, ha promosso per l’anno scolastico 2016-2017. Il programma ha affrontato il ricco tema del multiculturalismo e dell’integrazione, presentando approcci differenti (religioso, sanitario, filosofico, letterario…) per fornire un quadro reale della situazione in Asti città e nel territorio. A questo scopo è stata fondamentale la collaborazione con il CPIA (Centro per l’Istruzione degli Adulti), sede di molti degli incontri in programma.

Era previsto un corso di base per lettori, articolato in 3 lezioni di tecniche di lettura espressiva, curato dall’attrice Patrizia Camatel. A questo ha fatto seguito un incontro, curato dal responsabile della sezione ragazzi della Biblioteca Astense, dedicato ad illustrare le nuove proposte di lettura per la fascia 0-6.

LAVANDERIA A VAPORE – COLLEGNO

La Lavanderia a Vapore – Centro regionale per la danza è una residenza artistica riconosciuta dal Mibac. La Lavanderia a Vapore vuole divenire un vero e proprio centro regionale per la danza e la creazione contemporanea, in grado di potenziare le opportunità di crescita degli artisti, divenendo al contempo luogo attrattivo per la creatività internazionale.

Nel corso del 2016/17 sono proseguite diverse azioni e progetti dedicati alle residenze creative (Long Stay Residency, ResiDance XL, Workspace / Ricerca X), nonché collaborazioni con interessanti progettualità (Campo Largo, Permutazioni/ Casa LUFT, CrossAwards).

MUSEI REALI DI TORINO

L’intervento si è incentrato sulla realizzazione della mostra: PRIMA DEL BOTTONE Accessori e ornamenti del vestiario nell’antichità​ (16/06/2017 – 18/02/2018).

La mostra propone un percorso sull’accessorio di abbigliamento nella protostoria italiana. Elemento centrale è la spilla di sicurezza (la fibula), presentata come elemento del vestiario -prima del bottone, appunto- e nella sua funzione ornamentale, e mettendo in evidenza i suoi vari significati. L’aspetto tecnologico è approfondito grazie al contributo del restauro e delle analisi diagnostiche, che permettono una dettagliata conoscenza dei processi produttivi. Le opere provengono in gran parte dalla collezione Assi del Museo di Antichità di Torino, che annovera ben 406 esemplari raccolti nella seconda metà dell’Ottocento, accanto a reperti del territorio piemontese.

La raccolta di fibule del Museo di Antichità è una delle più grandi raccolte italiane, con esemplari databili dall’età dal Bronzo Finale fino al V-IV secolo a.C., in prevalenza provenienti dall’Italia centrale e meridionale: un patrimonio culturale di grande rilevanza per contenuti e per ricchezza tipologica.

COMUNE DI PINO D’ASTI

Restauro della bandiera della scuola elementare del Comune di Pino d’Asti. La raccolta è stata chiusa con un importo inferiore al costo dell’intervento perché il progetto è stato realizzato anche tramite l’erogazione di altri fondi privati che non rientrano nell’art bonus.

ANTICO PONTE SUL RIO SAN MAURO – GARESSIO

L’intervento ha riguardato lavori urgenti di ripristino e messa in sicurezza dell’antico ponte in struttura di pietra sul Rio San Mauro e realizzazione in prosecuzione del restauro delle antiche mura storiche della città.

MERCATO COPERTO DI PIAZZA SAN MARCELLINO – BIBIANA

Il progetto ha previsto a livello strutturale la ripassatura della copertura con la sostituzione della piccola orditura in legno e di alcune parti ammalorate della grossa orditura, l’inserimento di elementi di collegamento tra le capriate (trave di colmo in legno 25×25 cm) e la posa in opera di chiavi metalliche in modo tale da assorbire le spinte orizzontali limitando pertanto le sollecitazioni sulla muratura alla sola componente verticale.

È stata prevista inoltre la realizzazione di porzioni di cordolo in muratura armata ove possibile al fine di garantire una maggiore legatura tra le parti.

EX OFFICINA FERROVIARIA – BARGE

Il progetto prevedeva la valorizzazione dell’area e del fabbricato dell’Ex Officina Ferroviaria.

 

Articoli correlati