camera aula elezioni Faro proposte“Nel suo percorso di avvicinamento all’Unione Europea, il Montenegro ha visto nel nostro Paese un punto di riferimento fondamentale. In particolare, la cooperazione nel settore culturale e dell’istruzione ricopre un ruolo fondamentale nel rafforzamento dei rapporti bilaterali”. Lo scrive su Facebook il deputato del Movimento 5 Stelle Paolo Lattanzio che è stato relatore in Commissione Cultura della proposta di legge per la Ratifica ed esecuzione dell’Accordo di cooperazione culturale e di istruzione tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo del Montenegro.

Da mercoledì 9 gennaio l’accordo col Montenegro, insieme ad altri accordi internazionali, approda nell’aula della Camera per essere ratificato. “L’Accordo – scrive ancora Lattanzio -, stipulato a Roma il 15 aprile 2014, è assolutamente completo e ben strutturato, poiché tocca diversi e importanti temi legati al settore della cultura e dell’istruzione: danza, teatro, cinema, televisione, editoria e media, tutela del diritto d’autore, sport”.

La prossimità geografica tra Montenegro e Italia, inoltre, “ha permesso che, nei secoli, si sviluppassero legami culturali e di cooperazione molto forti tra i due Paesi. L’Adriatico è il punto di contatto per eccellenza, configurandosi come un mare di opportunità che possono essere colte da entrambe le sponde in ottica di condivisione, crescita e vantaggio comune”.

Questo accordo mira a “consolidare ed armonizzare i legami culturali esistenti e la comprensione reciproca, fornendo al contempo una risposta efficace alla forte richiesta di cultura e lingua italiana in Montenegro”.

È importante, conclude l’esponente cinquestelle, “mantenere saldi e forti i legami con il Montenegro, un Paese che ha dimostrato di essere capofila nel percorso di crescita e di sviluppo della penisola balcanica. Tra qualche giorno ci sarà la ratifica di questo accordo e incontrerò l’ambasciatrice del Montenegro, Sanja Vlahović”.

Rispondi