In vista delle elezioni europee di maggio, il network europeo Culture Action Europe continua il suo impegno per far riconoscere il ruolo fondamentale della cultura per il progresso dell’Unione europea. Dopo l’appello ai politici (ai candidati e ai futuri membri dell’Unione) in cui si chiede di mettere la cultura al centro dei programmi elettorali, il Cae dà il via a una campagna per incoraggiare gli elettori a far sentire la propria voce partecipando alle elezioni. La campagna riunirà gli elettori di tutta Europa in un dialogo online – in diretta il 25 aprile – sul ruolo fondamentale della cultura nel progresso dell’Unione europea. Si discuterà del legame tra cultura e identità, frontiere, diritti umani e istruzione.

LA CAMPAGNA

La campagna, inoltre, offre agli elettori la possibilità di informarsi sul ruolo che la cultura ha nei programmi dei partiti politici. Fornisce, poi, una base per attivisti, membri del CAE e cittadini europei per incoraggiare i partiti politici ad adottare una posizione favorevole sul ruolo della cultura nel futuro dell’Unione europea. La campagna incoraggia i cittadini europei a contattare i politici e a organizzare con loro eventi e dibattiti. La campagna del Cae, infine, offre agli attivisti e agli elettori un kit di strumenti (appello politico, manifesti, adesivi, modelli di lettere e altro) per promuovere dialogo e azioni concrete.

Per approfondimenti:

La campagna del Cae

Leggi anche:

Europee 2019, Cae lancia l’appello: la cultura sia al centro dei programmi elettorali

 

Articoli correlati