Ancora pochi giorni per presentare domanda di iscrizione al Master di 1° livello McBE.C_Comunicazione dei Beni Culturali, attivato dal Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’Architettura e dalla Facoltà di Architettura della Sapienza di Roma. Il termine ultimo è infatti il 15 gennaio 2019.

Sono 12 le borse di studio messe a disposizione per i 24 studenti che saranno ammessi alla classe del master. Otto di queste sono finanziate dal Distretto tecnologico per i beni e le attività culturali del Lazio e quattro, da mille euro ciascuna, dal Master in Comunicazione dei beni Culturali. Le borse messe a disposizione dal Distretto tecnologico per i beni e le attività culturali del Lazio sono di diverso importo: due da 2.500 euro, due da 2.000 euro e quattro da 1.700 euro.

Il bando, oltre che sul sito del Ministero per i Beni culturali, è disponibile sul sito dell’università Sapienza di Roma.

FINALITÀ DEL MASTER

Il Master si rivolge a chi è interessato ad acquisire competenze nei campi della rappresentazione, della grafica, del video e della multimedialità applicata ad eventi ed ambientazioni e a chi intende sviluppare una professionalità spendibile nel settore della gestione delle strategie e dei progetti per la comunicazione dei beni culturali.

Il percorso formativo interdisciplinare è centrato sulle relazioni tra “immagini e parole” approfondendo le tecniche dello storytelling applicate ai linguaggi visuali innovati dai nuovi media e dalle tecnologie digitali. La “pratica del progetto” è il metodo formativo scelto per il Master; un metodo finalizzato ad esercitare creatività, pensiero critico e imprenditorialità reinterpretando i beni culturali attraverso le nuove tecnologie.

La formazione d’aula e di laboratorio, poi completata dallo stage, è articolata in 10 Moduli che, sotto la responsabilità dei docenti del Consiglio Didattico Scientifico, sono arricchiti da un fitto calendario di incontri con professionisti, aziende e rappresentanti delle istituzioni, con esperti del mercato del lavoro di riferimento ed esperti di management.

I MODULI DIDATTICI

I moduli che saranno attivati nel corso dell’anno accademico sono dieci.

Modulo 1 – La comunicazione visiva per i Beni Culturali: l’oggetto della comunicazione.
Modulo 2 – La comunicazione visiva per i Beni Culturali: i luoghi e i tempi della comunicazione.
Modulo 3 – I modi della comunicazione dei Beni Culturali: dallo spazio grafico alle immagini in movimento.
Modulo 4 – I modi della comunicazione dei Beni Culturali: dalle immagini in movimento allo spazio dell’interazione.
Modulo 5 – Strumenti e metodi per la comunicazione dei Beni Culturali: immagini statiche.
Modulo 6 – Strumenti e metodi per la comunicazione dei Beni Culturali: immagini in movimento.
Modulo 7 – Strumenti e metodi per la comunicazione dei Beni Culturali: 3D shape acquisition e modellazione 3D.
Modulo 8 – Strumenti e metodi per la comunicazione dei Beni Culturali: spazio reale e spazio virtuale.
Modulo 9 – Il progetto della comunicazione 1: progettazione di un prodotto comunicativo per i beni culturali in forma grafica e/o infografica.
Modulo 10 – Il progetto della comunicazione 2: progettazione di un prodotto comunicativo per i beni culturali in forma multimediale.

Sono previste, inoltre, attività seminariali o stage formativi e una prova finale.

Approfondimenti:

Link all’avviso del Mibac

Sito web del master “Comunicazione dei beni culturali”

Articoli correlati