“In Commissione Cultura alla Camera è terminato l’iter della proposta di legge riguardante il motore della conoscenza, cioè l’accesso all’informazione scientifica. Andiamo verso l’approvazione di un tema importantissimo per i cittadini, la possibilità di informarsi direttamente alla fonte”. Così Luigi Gallo, presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati commenta l’approvazione dell’ultimo emendamento della proposta di legge di cui è il primo firmatario.

“La ricerca guidata dal sociologo De Masi ha mostrato le previsioni in ambito culturale del 2030, gli scenari futuri ci dicono che i grossi gruppi privati controlleranno gli archivi storici , le informazioni e la ricerca scientifica. Con questa legge creiamo un motore della conoscenza pubblica per far sì che i cittadini possano accedere direttamente alle fonti. Con la modifica approvata ieri – aggiunge Gallo – questa proposta di legge porta in dotazione un milione di euro per il 2019 necessari per creare un sistema atto ad accedere a tutte le piattaforme esistenti oggi nell’ambito scientifico”, conclude Gallo.

 

Articoli correlati