Via libera dall’Aula della Camera all’accordo di cooperazione culturale e di istruzione tra Italia e Montenegro. “Sono molto felice per il risultato raggiunto”, commenta sulla propria pagina Facebook il deputato Paolo Lattanzio (M5S) che è stato il relatore in commissione Cultura. “L’accordo tocca, infatti, tanti e importanti settori creativi e culturali, aprendo un’interessante prospettiva di progettualità, anche per le generazioni più giovani – scrive l’esponente pentastellato -. L’istruzione è assolutamente centrale nel documento che contempla, tra l’altro, attività di formazione, borse di studio e scambi, in ambito scolastico, universitario e post universitario”.

“La collaborazione tra i due Paesi – spiega Lattanzio – si estende poi ai settori artistico, editoriale, dei media e delle produzioni radiotelevisive, per tutelare e valorizzare la letteratura, l’arte, il teatro, la danza, il cinema e la musica. In base all’accordo, i due Paesi lavoreranno insieme a tutela del diritto d’autore, del patrimonio artistico e del settore bibliotecario, con una connessione importante tra gli archivi e le biblioteche. Infine, sono previsti scambi e collaborazioni tra le organizzazioni e le associazioni giovanili, in ambito sportivo”.

“All’ambasciatrice Sanja Vlahovic -ricorda Lattanzio – ho proposto di avviare le attività di cooperazione tra Italia e Montenegro partendo da due fronti: editoria e università. Sarebbe interessante valorizzare la cultura del mare, vista l’importanza che il mare Adriatico ricopre per i nostri due Paesi. Su questo e su altri temi intendo organizzare dei convegni e dei momenti formativi a Bari”.

Leggi anche:

Cultura, la settimana alla Camera: in Aula la ratifica degli accordi con Montenegro e Laos

Montenegro, Lattanzio (M5S): cooperazione culturale fondamentale per rapporti bilaterali

 

Articoli correlati