Negli ultimi anni, i settori dello spettacolo dal vivo, del cinema e dell’audiovisivo sono stati oggetto di profonde riforme normative e amministrative. Con quali strumenti e con quali risultati? Qual è il bilanciamento tra il sostegno pubblico alla produzione e il controllo della qualità dei contenuti? E qual è il punto di equilibrio tra intervento dello Stato e autonomia delle istituzioni?

L’Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio (Acri) e la rivista di arti e diritto Aedon hanno organizzato un seminario dal titolo “Le regole dello spettacolo tra cultura ed economia”. L’evento, che vedrà la partecipazione di studiosi e operatori del settore, tratta questi problemi e, più in generale, mira a verificare lo stato dell’arte di questi settori, sia individuando i punti critici e i nodi ancora da sciogliere, sia definendo le possibili linee di intervento.

L’appuntamento è per il 25 gennaio presso la sede dell’ACRI, in Via del Corso, 267.

PROGRAMMA

Presiede Marco Cammelli

Ore 10.30 – Lo spettacolo dal vivo: Modera e conclude Carla Barbati
Partecipanti: Vincenzo Cerulli Irelli, Onofrio Cutaia, Paola Dubini, Carlo Fuortes, Alessandro Leon, Salvatore Nastasi.

Ore 13.00 – Lunch break

Ore 14.30 – Il cinema e l’audiovisivo: Modera e conclude Lorenzo Casini
Partecipanti: Andrea Averardi, Nicola Borrelli, Eugenio Bruti Liberati, Maria Giusti, Nicola Maccanico, Francesca Medolago, Chiara Sbarigia.

Ore 16.30 – Fine dei lavori

Approfondimenti:

Per la partecipazione occorre compilare il modulo di iscrizione

 

Articoli correlati