rievocazioni storiche toscanaUn volume che, attraverso il racconto di feste e rievocazioni storiche, offre al turista un ritratto originale della Toscana contemporanea. ‘Toscana passato vivente’ è il titolo del libro, frutto della collaborazione tra Toscana Promozione Turistica e Pacini Editore, a cura di Maria Cristina Carratù, giornalista di Repubblica, e del professore Fabio Dei, che insegna Antropologia Culturale presso l’Università di Pisa dove si occupa di forme della cultura popolare e di massa in Italia.

La presentazione è fissata per venerdì prossimo, 18 gennaio, a partire dalle ore 16,30 presso la Fondazione Franco Zeffirelli a Firenze. Interverranno Eugenio Giani, presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Stefano Ciuoffo, assessore regionale al turismo, Albino Caporale, Commissario Toscana Promozione Turistica, Patrizia Pacini di Pacini Editore e gli autori. A conclusione della presentazione sarà proiettato in esclusiva un filmato del maestro Zeffirelli sul Calcio Storico Fiorentino.

Cortei in abiti medioevali o rinascimentali, palii, gare, regate e giochi storici fra contrade o rioni, esibizioni di scherma antica, di tiro con la balestra, di duelli equestri, di falconeria, ricostruzione di botteghe artigianali o mercatini, cene medioevali, danze tradizionali, musiche di antichi strumenti. La Toscana è ricca di feste e rievocazioni storiche tanto che la Regione ha istituito un apposito albo dove sono censite 79 associazioni e 130 eventi di ricostruzione e rievocazione storica (ma la cifra reale è ben più alta, e in continua evoluzione).

I testi sono in italiano e in inglese perché il libro sarà diffuso da Toscana Promozione Turistica negli ambiti di settore per la promozione dei territori. Il volume, realizzato in grande formato e pregiata rilegatura, contiene fotografie di fotografi professionisti messe a disposizione da Toscana Promozione Turistica e dai numerosi enti e associazioni, pubbliche e private, che con grande dedizione, generosità e passione si occupano dell’organizzazione delle manifestazioni.

Rispondi