Valorizzare l’esperienza del territorio, avvicinare Matera a tutti partendo dallo sport, portare al centro dell’attenzione un tema in Italia scarsamente considerato quale la cultura sportiva. Queste le direttrici su cui poggia “Sport Tales”, il ricco programma di eventi sportivi della Fondazione Matera-Basilicata 2019, che andrà a incrociarsi con tutte le altre iniziative messe in piedi per celebrare Matera capitale europea della cultura per il 2019. Incontri, spettacoli teatrali, manifestazioni, esperienze, tutte aventi come denominatore comune lo sport, fino ad arrivare a progetti inediti quali la nascita di una Biblioteca, di una Hall of Fame e di un Dizionario della Cultura Sportiva.

“Sarà un’offerta massiccia che prenderà il via il 13 febbraio con la parola d’ordine ‘Innamoratevi della cultura sportiva’”, anticipa ad AgCult il responsabile di “Sport Tales”, Luca Corsolini, che spiega: “Quel giorno parte la raccolta dei 2019 libri che andranno a comporre la Biblioteca della Cultura Sportiva. Un’iniziativa aperta a chiunque voglia candidare un proprio volume inviando una mail a sport@matera-basilicata2019.it. La biblioteca sarà intitolata a un grande personaggio, che sarà svelato in quei giorni, che incarna sia lo sport che la cultura. Nell’occasione saranno presentati il volume ‘Coppi per sempre’ di Auro Bulbarelli, direttore di Rai Sport e ‘Storia d’Italia ai tempi del pallone’ di Darwin Pastorin”.

La seconda tappa di “Sport Tales” è prevista il 22 febbraio, giorno in cui cade il decennale della scomparsa del giornalista Candido Cannavò. “Nel corso dell’evento istituiremo la Hall of Fame della cultura sportiva – racconta Corsolini -, una struttura mai messa in piedi nel nostro Paese dove purtroppo si è più interessati a sapere quante volte venga utilizzata la Var. Posso anticipare che proprio Cannavò sarà la prima personalità a far parte della Hall of Fame”.

L’8 marzo, invece, giornata dedicata alle donne, “parte il programma ‘Ragazze vincenti’ che porterà a Matera le ragazze top dello sport italiano per impegnarle in tre momenti diversi: un incontro pubblico con le scuole e la città, un allenamento o una gara che le metterà a contatto diretto con ragazze del territorio, una visita di gruppo della città in cui a far da ciceroni saranno giovani che praticano la disciplina sportiva delle ospiti”.

Il 25 marzo si svolgerà il primo di una serie di spettacoli teatrali. Si comincia con “Maratona”, protagonista Fiona May e a seguire “Roger” con Emilio Solfrizzi. Poi, dal 28 aprile al 5 maggio, “arriva il piatto forte – assicura Corsolini -: la Coppa Scirea durante la quale allestiremo la mostra ‘Chiedi chi era Gaetano’ con la quale faremo conoscere ai ragazzi il giocatore della Juventus e della Nazionale di cui quest’anno ricorrono i 30 anni dalla morte”. Inoltre, prosegue il responsabile di “Sport Tales”, “visto che in quel periodo a Matera si disputa la finale del Calcio a 5, organizziamo il Festival della Letteratura calcistica a cui parteciperanno altri ospiti della Hall of Fame, ma soprattutto sarà un evento aperto a chiunque voglia proporre e presentare un libro meritevole di far parte dei 2019 volumi della Biblioteca della Cultura Sportiva”.

Il numero 2019 ricorre anche per un altro evento clou: il Dizionario della Cultura Sportiva. “Nel corso dei mesi, fino alla fine dell’anno -dichiara Corsolini – raccoglieremo 2019 voci che comporranno questo singolare glossario. Lo compileremo via via con gli ospiti delle varie rassegne, ma anche con la gente comune. Perché oggi il linguaggio dello sport è molto più presente nella vita quotidiana di quanto non ci si accorga. Termini come ‘assist’, ‘gioco di squadra’, ‘salvarsi in corner’, ‘rigore’, ‘zona Cesarini’, nascono come lemmi sportivi adattatisi in seguito ad altre situazioni”. Conclude Corsolini: “E’ la prima volta che una città europea si dedica così intensamente allo sport. E’ un giusto riconoscimento perché lo sport era già presente nel piano di candidatura di Matera. Tutto ciò che faremo con ‘Sport Tales’ è la declinazione di quello che era stato premesso e promesso”.

Leggi anche:

Matera 2019, ecco il programma del weekend inaugurale

 

Articoli correlati