Sono cinque i progetti maggioritari italiani che concorreranno per ottenere il Premio Italia-Stati Baltici, premio per finanziare progetti di sviluppo di film di lungometraggio in coproduzione Italia – Stati Baltici. Lo comunica la Direzione generale Cinema del Ministero per i Beni culturali con un avviso che riporta i dettagli dei cinque progetti in lizza per il Premio.

Il Premio Italia – Stati Baltici sarà assegnato per la prima volta nel 2019. Esso nasce a seguito dell’Accordo tra l’Italia e gli Stati Baltici lo scorso novembre 2018. A firmare l’accordo Nicola Borrelli, Direttore generale Cinema del Mibac, e da Dita Reituma del Nacionālais Kino centrs (Lettonia), Edith Sepp dell’Estonia Film Institute e da Rolandas Kvietkauskas del Lietuvos kino centras (Lituania). Il Premio sarà consegnato a Trieste in occasione del When East Meets West 2019.

I CINQUE PROGETTI MAGGIORITARI ITALIANI

Il primo film che concorre al Premio è “Cartacrespa” di Michele Codarin, un film di finzione prodotto per il 79,59% da una casa di produzione italiana (la Quasar Srl) e che ha richiesto un contributo di 10 mila euro. Il secondo film è “Il naso di Dante” di Nicola Piovesan, film di finzione prodotto per l’80% da Imago Orbis S.A.S. di Mario che richiede 30 mila euro di contributo. Si tratta sempre di un film di finzione, il terzo film che concorre al Premio. Si tratta di “Ultramondo” di Samuele Rossi, prodotto per l’80% dalla Solaria Film Srl con richiesta di contributo pari a 15 mila euro.

“Narek” è invece un documentario di Audius Stonys prodotto per il 60% dalla Stefilm International Srl. Si richiede un contributo di 26.800 euro. Altro documentario in lizza per il Premio è “Tango of life” di Erica Liffredo, prodotto per il 77% dalla B&B Film e per il quale si richiede un contributo di 30 mila euro.

Approfondimenti:

Link all’avviso della Direzione generale Cinema

Leggi anche:

Cinema, al via le iscrizioni per il Premio coproduzioni Italia-Stati Baltici

 

Articoli correlati