cinema film commission

La Direzione generale Cinema del Ministero per i Beni culturali ha pubblicato la graduatoria completa e i punteggi attribuiti ai progetti a cui sono destinati i contributi selettivi per la produzione 2018. Si tratta della graduatoria di riferimento dell’elenco dei 41 progetti che la stessa Direzione generale aveva pubblicato lo scorso dicembre (leggi). Il finanziamento totale stanziato è di 7.790.000 euro.

I progetti rientrano nella I sessione 2018 del bando per la concessione di contributi selettivi per la scrittura, lo sviluppo e la pre-produzione, la produzione, la distribuzione nazionale ed internazionale di opere cinematografiche e audiovisive. Il bando è stato attivato lo scorso anno sulla base delle disposizioni della Legge Cinema (Legge n. 220/2016).

I contributi sono stati assegnati a cinque categorie. Si tratta di: produzione di opere cinematografiche di lungometraggio di giovani autori, produzione di opere cinematografiche di lungometraggio prime e seconde, produzione di documentari e cortometraggi cinematografici, televisivi e web, produzione di opere d’animazione cinematografiche, televisive e web e produzione di opere cinematografiche di lungometraggio di particolare qualità artistica e di film difficile con risorse finanziarie modeste di lungometraggio.

LA GRADUATORIA COMPLETA

I progetti nella categoria “produzione di opere cinematografiche di lungometraggio di giovani autori” sono sei per un importo finanziato di 1.610.000 euro. Si tratta di “Bangla” di Mohammed Pahim Bhuiyan , “Dogsitter” di Fulvio Risuleo, “L’uomo delle caverne” di Tommaso Landucci, “Piccolo corpo” di Laura Samani, “Ultima meta” di Ilaria De Andreis e “Vado e vengo ” di Fabrizio Nardocci.

Nella categoria “produzione di opere di lungometraggio prime e seconde” sono finanziati sette progetti. Ricevono un finanziamento di 1.790.000 euro. Si tratta di: “Dolcissime” di Francesco Ghiaccio, “Futura” di Lamberto Sanfelice, “It was a dark night” di Daniele Falleri e “La regola d’oro” di Alessandro Lunardelli. Vincitori anche “Una commedia politica” di Simone Godano, “Upside down” di Luca Tornatore e “Weekend” di Riccardo Grandi.

Nella sezione “produzione di documentati e cortometraggi cinematografici, televisivi e web”, si aggiudicano i contributi 17 progetti per un totale di 790 mila euro. Riceveranno il contributo “Climbing Iran_Nasim e la montagna” di Francesca Borghetti, “Diabolik sono io” di Giancarlo Soldi, “Divine” di Elisa Amoruso e “Essere kurdo” di Fariborz Kamkari e Carlotta Cerquetti. Ricevono il contributo anche “Il dilemma dell’identità” di Sabrina Morena, “Il sorriso di Umberto Eco” di Reinhold Friedrich Jaretzky, “La più bella musica dopo Mozart” di Alessandra Acciai e Matteo Servergnini e “La sfida verticale” di Andrea Segre. Vincitori anche “Lista d’attesa” di Giovanni Compagnoni, “L’occhio di vetro” di Duccio Chiarini, “Lussu” di Fabio Segatori, “Offro io” di Paola Minaccioni, “Passatempo” di Giovanni Amelio, “Principessa” di Riccardo Fabrizi e “Punta sacra” di Francesca Mazzoleni.

Per la categoria “produzione di opere d’animazione”, i progetti finanziati sono quattro per 1.000.000 euro. Si tratta di: “Butterflies in Berlin” di Monica Manganelli, “Gatto Mirò 2” di Francesco Testa, “The walking liberty” di Alessandro Rak e “Topo Tip 3” di Andrea Bozzetto.

Infine, i progetti finanziati nella categoria “produzione di lungometraggi di particolare qualità artistica e film difficili con risorse finanziarie modeste” sono sette. Ad essi si assegnano un totale di 2.600.000 euro. Si tratta di: “Amelia” di Salvatore Piscicelli, “Havana Kyrie” di Paolo Consorti, “Here we are” di Nir Bergman e “Il signor diavolo” di Giuseppe Avati. Vincitori anche “La storia di mia moglie” di Ildiko Enyedi, “Notturno” di Gianfranco Rosi e “Villetta con ospiti” di Ivano De Matteo.

I PROGETTI NON FINANZIATI

La graduatoria contiene i progetti e i loro relativi punteggi. Accanto ai vincitori, ci sono anche i punteggi riportati dai progetti non finanziati. Si tratta di sei progetti nella categoria “produzione di opere cinematografiche di lungometraggio di giovani autori” e di 26 progetti nella categoria “produzione di opere di lungometraggio prime e seconde”.

Sono 69 i progetti di “produzione di documentati e cortometraggi cinematografici, televisivi e web” non ammessi a contributi. Sette invece quelli della categoria “produzione di opere d’animazione”. Infine, sono 25 quelli nella categoria “produzione di lungometraggi di particolare qualità artistica e film difficili con risorse finanziarie modeste”.

Approfondimenti:

Link all’avviso della Direzione generale Cinema

Leggi anche:

Cinema, 41 i progetti di produzione finanziati con i contributi selettivi 2018

Rispondi