Matera okUn investimento complessivo di 48 milioni di euro per una programmazione che durerà 40 settimane nel 2019 coinvolgendo 120 tra artisti e curatori. Sono alcuni dei numeri di ‘Matera 2019’, un anno per il capoluogo lucano in qualità di Capitale europea della Cultura, che prenderà il via ufficialmente il 19 gennaio con una rappresentanza istituzionale delle grandi occasioni: dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, oltre – ovviamente – al ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli.

I dati su Matera 2019 sono stati esposti dal Direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019, Paolo Verri, nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma della diretta RAI della cerimonia inaugurale.

I NUMERI

Per la realizzazione del programma culturale sono stati investiti 48 milioni di euro dall’inizio della candidatura derivanti da fondi regionali (11 milioni di euro), nazionali (30 mln) e privati (7 mln). Somme investite in una programmazione che consta di 48 settimane, dal 19 gennaio al 20 dicembre 2019.

La metà del programma culturale, 27 progetti, realizzati da associazioni culturali lucane con un investimento della Fondazione di 6 milioni di euro. Questi progetti stanno coinvolgendo nella fase di produzione e realizzazione, direttamente e indirettamente, circa 5 mila materani e altrettanti lucani e una centinaio di partner internazionali.

Gli artisti e curatori coinvolti sono 120. I paesi europei coinvolti sono 27, e, direttamente e indirettamente, sono state coinvolte tutte le regioni italiane. L’80 per cento del programma culturale è caratterizzato da produzioni originali, vale a dire anteprime assolute a livello mondiale.

Il lavoro preparatorio è durato 7 anni, dal 2011 al 2018. Lo staff di Matera2019 è composto da circa 60 persone, soprattutto giovani dai 25 ai 40 anni. Al momento sono 20 gli sponsor, 15 nazionali e 5 locali.

TURISMO

I flussi turistici nel 2017 hanno registrato 450 mila presenze (comprensivi di turisti italiani, 320 mila, e stranieri, 130 mila), a fronte di 200 mila nel 2010 e un aumento del 10 per cento rispetto al 2016. Nel 2018 si prevede un aumento del 15 percento che porta a una previsione di 515 mila presenze.

Nell’ultimo decennio di forte crescita del turismo a Matera, il tasso annuale di crescita più elevato è stato toccato nel 2015 con un +44% delle presenze: nell’ottobre 2014 Matera era stata ufficialmente designata Capitale Europea della Cultura 2019. Per il 2019 si prevede un flusso annuale di 700 mila presenze distribuite su 12 mesi.

Rispondi