Salvatore Adduce Matera 2019“Matera compie un’operazione che non è mai accaduta nell’esperienza delle Capitali europee della cultura. Per la prima volta questa operazione delle Capitali europee diventa popolare”. Lo ha detto il presidente della Fondazione Matera Capitale europea della Cultura, Salvatore Adduce, alla Cava del Sole durante la cerimonia di inaugurazione dell’anno in cui il capoluogo lucano sarà la Capitale europea della Cultura.

Un’operazione, prosegue Adduce, che diventa “popolare nella città, nella Regione e nel nostro Paese, con grandi echi a livello europeo”. Secondo Adduce “l’Italia deve rivendicare orgogliosamente di avere un luogo fantastico come questo che ha deciso di proiettarsi direttamente sulla scena europea e in un tempo futuro. Per noi non è un rinvio, il futuro per noi è oggi e comincia da qui”.

Oggi “diciamo ai ragazzi di Matera, della Basilicata e dell’Italia, che è possibile e che si può fare, si può raccontare un’altra storia del mezzogiorno d’Italia – sottolinea il presidente della Fondazione Matera Capitale europea della Cultura -. Un’altra storia di alcune terre sperdute difficilmente riconoscibili nonostante la straordinarietà”. Adduce ringrazia poi i sindaci lucani: “Tutto questo è possibile perché quelle ‘fasce tricolore’ hanno fatto un’operazione fantastica decidendo di appropriarsi di questo tema. La loro presenza testimonia con quale passione e impegno è stata assunta la vicenda”.

“Abbiamo dimostrato che dal sud non parte il solito piagnisteo della disperazione, ma vogliamo ‘praticare’ il successo. Ci siamo messi in discussione e ci siamo riusciti”.

Rispondi