Stefano De Ruggieri MateraDa Matera – “La città ha acquisito la consapevolezza di rappresentare l’Italia in Europa e nel mondo. È un elemento che consente di avere la certificazione della reputazione internazionale della città”. Lo ha detto il Sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri aprendo la cerimonia di inaugurazione dell’anno in cui il capoluogo lucano sarà la Capitale europea della Cultura. Alla cerimonia è presente il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli e il presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019 oltre a molti rappresentati delle istituzioni nazionali ed europee ed esponenti dellas società civile. “Un traguardo – ha proseguito De Ruggieri -, un riconoscimento che non può essere solo un fatto formale. È viscerale la coscienza, la passione. Io dico sempre che è un elemento scatenante, la vittoria della città nasce dal collante sociale che ha vissuto in maniera diretta”.

Poi, rivolto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ha aggiunto: “Sono un giovane anziano e mi sento in questo momento un personaggio gratificato perché ho visto realizzare i miei sogni. Siamo grati. Comunità meridionale che oggi ha fiducia. Questa è Matera, questi valori li dobbiamo offrire a visitatori. Energia sociale che vuole esprimere un modello nuovo di meridionalismo vincente. Qui ci sono le condizioni per esprimere un modello del Mezzogiorno vincente. Questo può esprimere un modello funzionante. Ecco perché la cultura rende inevitabile ciò che è altamente improbabile”.

Infine, De Ruggieri ha citato Pasolini e, poco prima di lasciarsi andare a un momento di commozione, ha detto: “‘Qui ho trovato il sole, il sole vero. Il sole ferocemente antico’. Questo sole antico deve essere la spinta per la carica di energia che noi abbiamo e che possiamo offrire al Paese”.

Rispondi