“Ci ha stupito la determinazione del ministro Bonisoli” nel voler arrivare a una legge sul libro entro un paio di mesi. Il presidente dell’Associazione degli editori indipendenti (Adei), Marco Zapparoli, commenta favorevolmente l’incontro a Milano con il ministro dei Beni culturali per “mettere attorno ad un tavolo – ha spiegato il ministro – tutte le voci che rappresentano l’editoria del nostro Paese perché questo settore è cambiato, sta cambiando e cambierà e, quindi, tutti gli attori dell’attuale sistema editoriale devono essere coinvolti e devono essere interessati da questo cambiamento”. Gli obiettivi del ministro sono “incrementare il mercato del libro, offrire delle soluzioni agli operatori del settore e tutelare gli investimenti”.

ADEI

L’incontro con il ministro – spiega Zapparoli ad AgCult – è stato “complessivamente positivo. Al di là della scontata diversità di vedute – ad esempio fra noi di Adei, Ali e Sil da una parte, Aie e altri operatori del mercato dall’altra -, ci ha stupito la determinazione di Bonisoli che ha dichiarato di voler arrivare ad un provvedimento sul libro (legge o addirittura decreto) nel giro di 2-3 mesi, in vista della prossima finanziaria, perché considera l’intervento sul mercato del libro ‘una priorità’”. E comunque vuole arrivarci continuando e approfondendo il confronto con tutti, quindi è già stato fissato un nuovo incontro l’11 febbraio”.

La sensazione, secondo Zapparoli, è “che effettivamente il Ministro desideri farsi un’idea chiara di come agire per creare leve per agevolare ripresa del mercato e garantire il più possibile parità di concorrenza. Su questo secondo punto è tornato più volte, e questo mi pare davvero positivo”.

UN NUOVO SLANCIO PER LE LIBRERIE

Infine, conclude il Presidente di Adei, anche gli editori “trarrebbero vantaggio da un maggior slancio dato alle librerie. Il nostro settore deve attrarre più giovani. Se si aiutano i giovani ad aprire librerie, se si migliorano i margini e le condizioni di lavoro di chi le librerie le ha già aperte, se si sostiene un piano continuativo di formazione e di aggiornamento, il settore del libro ne trae vantaggi evidenti”.

Leggi anche:

Libro e lettura, Bonisoli: la sfida è fare crescere il mercato

Libro, Levi (AIE): Governo attui misure forti per la centralità della lettura

Libro e lettura, Ali-Confcommercio: centralità della libreria e sostegno al settore

 

Articoli correlati