Per la valorizzazione economica, ambientale e culturale di un territorio “c’è’ bisogno di una sinergia fitta e leale tra le amministrazioni” mentre “molto spesso assistiamo a un rimpallo di responsabilità tra enti locali e Mibac”. Lo ha detto la deputata Flora Frate (M5S), membro della commissione Cultura della Camera, nel corso dell’evento “Alle falde del Vesuvio, dalla cultura al lavoro” che si è tenuto a Ercolano (Napoli).

TURISMO SOSTENIBILE

Frate si è soffermata sull’importanza del “turismo sostenibile”, cioè il “saper tenere assieme tre parole chiave, turismo, lavoro e ambiente, coinvolgendo istituzioni e imprese”. La deputata M5S ha rimarcato “il miliardario giro d’affari intorno al turismo che deve creare opportunità lavorative e ricchezza economica”. Investire nel turismo, “garantisce uno sviluppo duraturo e questo per il Sud, pieno di siti culturali, sarebbe un volano”. Fondamentale, però, è anche “l’ecosistema, capire gli aspetti di un territorio, saper evitare l’inquinamento e impegnarsi a riqualificare uno spazio”.

EUROPA CREATIVA

Frate si è poi soffermata sugli investimenti culturali. “In commissione Cultura – ha ricordato – sono stata relatrice del progetto ‘Europa creativa’. Con l’eurodeputata Silvia Costa ci siamo confrontate e abbiamo stanziato dei fondi che alla fine risultano sempre pochi, perché non riusciamo a raccogliere socialmente quello che produciamo. Il problema è che nel portare avanti un progetto, servono investimenti anche per valutarlo e monitorarlo. Bisogna studiare a priori le ricadute di un progetto, l’impatto sociale che una misura determina”.

Rispondi