foto da http://www.turismo.beniculturali.it

Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana e Giovanni D’Agliano, dirigente della Regione Toscana. Sono loro le personalità insignite del Premio Sigerico 2019, riconoscimento istituito dal Comune di Monteriggioni per rendere omaggio a coloro che si sono distinti nella tutela, nella valorizzazione e nella promozione della Via Francigena. I nomi sono stati resi noti nel corso del Forum “Comuni in Cammino” dedicato all’antica via di pellegrinaggio, alla sua sesta edizione, ospitato il 2 febbraio nel complesso monumentale di Abbadia Isola e promosso da Comune di Monteriggioni e Associazione Europea delle Vie Francigene.

IL PREMIO

Il premio consiste in una medaglia bifacciale che rappresenta, su un lato, il simbolo del pellegrino e l’anno di consegna del premio e, sull’altro, il Castello di Monteriggioni visto dalla Porta Romea. Il premio è stato ritirato da Giovanni d’Agliano, presente al Forum, e da Stefano Ciuoffo, assessore al Turismo della Regione Toscana per conto del presidente Enrico Rossi, mentre Antonio Tajani ha inviato una lettera per ringraziare il Comune di Monteriggioni e l’Associazione Europea delle Vie Francigene per l’assegnazione del premio e per ribadire il suo impegno per la promozione e la valorizzazione degli itinerari culturali, a partire dalla Via Francigena e dal supporto alla candidatura per diventare patrimonio Unesco.

LE MOTIVAZIONI

Il Premio Sigerico 2019, alla sua seconda edizione, è stato assegnato Tajani “per l’impulso istituzionale dato allo sviluppo della Via Francigena e degli itinerari culturali inseriti nell’apposito Programma del Consiglio d’Europa, con particolare riferimento al periodo 2009-2014, quando ha rivestito l’incarico di Commissario europeo al Turismo”. Rossi è stato premiato “per aver creduto nel Progetto Francigena in tutti i suoi aspetti, favorendo investimenti significativi da parte della Regione stessa”, mentre il riconoscimento dato a D’Agliano si fonda sul “fattivo sviluppo del Progetto Francigena nell’ambito della regione, con particolare riferimento al periodo 2010 – 2014 in qualità di dirigente della struttura organizzativa ‘Politiche e incentivi per la qualificazione e sviluppo delle destinazioni turistiche e commerciali”.

Leggi anche:

“Comuni in Cammino”, la Via Francigena europea si incontra a Monteriggioni

Via Francigena Unesco, Parigi (Piemonte): merito del lavoro di squadra

Unesco, Aevf: Via Francigena merita di veder riconosciuta la sua particolarità ed importanza

Via Francigena-Unesco, Barni (Regione Toscana): risultato che fa ben sperare

Unesco, le decisioni del Consiglio direttivo: Padova Urbs Picta candidata per il 2020

 

Articoli correlati