cineteche archivio filmPer l’attivazione del nuovo Registro pubblico per le opere cinematografiche e audiovisive, istituito dalla Legge Cinema (L.220/2016), c’è ancora da attendere. Lo fa sapere la Direzione generale Cinema del Ministero per i Beni culturali. Nell’avviso, la Direzione generale specifica che gli utenti saranno avvisati della data di operatività assicurando loro supporto, informazioni e le istruzioni necessarie al rispetto degli adempimenti normativi e delle procedure.

L’ISTITUZIONE DEL REGISTRO PUBBLICO

A istituire il nuovo Registro pubblico per le opere cinematografiche e audiovisive è la Legge Cinema all’articolo 32. Il Registro è istituito presso la Direzione Generale Cinema del Mibac. Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri dell’8 gennaio 2018 ha definito le disposizioni applicative per l’attivazione del nuovo Registro. L’operatività ed il concreto avvio dello stesso però necessitano di un ulteriore passaggio normativo, anche in accordo con la SIAE.

La Società ha infatti curato dal 1938 la tenuta del Pubblico Registro Cinematografico-P.R.C., soppresso dalla Legge Cinema. Inoltre, come previsto dal dpcm 8 gennaio 2018, la SIAE continua ad essere titolare degli adempimenti formali di tenuta delle opere cinematografiche che hanno conseguito la nazionalità italiana prima dell’entrata in vigore della Legge Cinema del 2016.

Per le opere cinematografiche e le opere audiovisive che hanno conseguito la nazionalità italiana dal 1° gennaio 2017, la normativa che disciplina il nuovo Registro e reca le modalità ed i termini per adempiere alla loro iscrizione e alla trascrizione degli atti che le riguardano, sarà applicabile a partire dalla data di operatività del Registro medesimo.

Approfondimenti:

Link all’avviso della Dg Cinema

DPCM 8 gennaio 2018 – disposizioni applicative Registro opere cinematografiche e audiovisive

Rispondi