Al via il bando per la selezione di un’associazione di volontariato senza scopo di lucro per attività di collaborazione con la Direzione generale Archeologia, Belle arti e Paesaggio del Ministero per i Beni culturali. L’attività consiste nella raccolta di informazioni e documentazioni sul patrimonio archeologico, architettonico, storico e artistico e si svolgerà dal 1° marzo al 31 dicembre 2019.

Il bando è stato pubblicato sul sito istituzionale del Mibac. Le Associazioni interessate dovranno inviare la propria candidatura entro il 13 febbraio 2019 alla Dg Archeologia, Belle arti e Paesaggio.

DESTINATARI

La selezione è aperta alle Associazioni di volontariato, senza scopo di lucro, con esperienza almeno triennale nel settore della tutela del patrimonio culturale. Tale esperienza comprovata dovrà essere stata orientata alle attività di collaborazione nella raccolta di informazioni e documentazioni inerenti il patrimonio archeologico, architettonico, storico e artistico. Le associazioni devono avere sede legale e operativa a Roma.

IL PROCESSO DI SELEZIONE E L’AVVIO DELLA CONVENZIONE

Un’apposita Commissione, nominata dal direttore generale archeologia, belle arti e paesaggio, si occuperà della procedura di selezione. La Commissione valuterà l’esperienza specifica dell’Associazione nella gestione di attività analoghe a quelle oggetto del bando, le modalità organizzative del personale volontario, la descrizione della formazione dei volontari e il piano costi.

L’Associazione selezionata stipulerà un’apposita convenzione che avrà durata dal 1° marzo al 31 dicembre 2019. La convenzione riporterà nel dettaglio le disposizioni in merito allo svolgimento delle attività.

È previsto un contributo a titolo di rimborso spese per venti giorni al mese per i volontari. Questi potranno essere impiegati per un numero massimo di 7 e dovranno avere un’età non superiore a 50 anni. Ai volontari potrà essere corrisposto un contributo non superiore a 27,50€ per una giornata di attività di massimo 4 ore. La Dg Archeologia, Belle arti e Paesaggio eserciterà in tal senso la funzione di controllo attraverso verifiche sull’attuazione del programma di attività.

 

 

Articoli correlati