istituti musicali senato“Dopo un proficuo lavoro congiunto Miur-Mef, stimolato da un lungo lavoro parlamentare, il ministro Tria ha firmato due decreti che stanziano le risorse e stabiliscono i criteri per la statizzazione delle Accademie di belle arti non statali e degli Istituti superiori di studi musicali non statali. E’ una notizia importantissima per le istituzioni dell’Alta Formazione Artistica Musicale e coreutica italiane, oltre che di un grande traguardo per l’intero settore”. Lo annunciano i deputati e i senatori del M5S in commissione Cultura a margine degli Stati generali dell’Alta Formazione artistica, musicale e coreutica (Afam) che si sono tenuti oggi presso la Camera dei deputati.

“Attraverso questo decreto mettiamo in salvo una parte fondamentale della nostra alta formazione che, per tanti anni, ha vissuto nel limbo dell’incertezza e della precarietà -spiegano i parlamentari pentastellati -: parliamo di istituzioni storiche che fanno parte del nostro patrimonio culturale ma che non erano mai state riconosciute dallo Stato ufficialmente come parte integrante del nostro sistema formativo”.

“Siamo felicissimi che ad inaugurare gli Stati Generali dell’Afam sia stata una notizia tanto attesa ed importante per la messa in sicurezza di tutto il comparto -affermano gli esponenti M5S -. Il processo di statizzazione è stato un processo graduale, durato diversi anni. L’annuncio, arrivato oggi direttamente dalle parole del viceministro all’Istruzione Lorenzo Fioramonti, è stato appreso da tutti i presenti e rappresentanti delle istituzioni accademiche artistiche e musicali con viva soddisfazione ed entusiasmo. Un nuovo inizio per continuare a lavorare per la valorizzazione e il rilancio dell’intero comparto che rappresenta un asset fondamentale del nostro sistema cultura”.

Leggi anche:

Afam, venerdì 8 si aprono a Roma gli Stati generali

Rispondi