Sono 194.476 euro le risorse rese disponibili a favore del Comune de L’Aquila per garantire ai soggetti beneficiari del Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS) con sede nel territorio il mantenimento del livello contributivo raggiunto nel 2017. Le risorse sono state impegnate a valere sul capitolo del bilancio di previsione del Ministero per i Beni culturali n. 8770 relativo a “Interventi e contributi alle attività cinematografiche e al settore dello spettacolo, anche tramite l’utilizzo delle somme derivanti dagli utili erariali del gioco del Lotto”. Esse si sono rese disponibili dalle estrazioni del gioco del lotto.

Il decreto di assegnazione delle risorse aggiuntive è stato pubblicato lo scorso 6 febbraio sul sito ministeriale. Un successivo accordo di programma tra la Direzione generale Spettacolo del Mibac e il Comune de L’Aquila disciplinerà criteri e modalità procedurali di erogazione delle risorse.

L’AMBITO MUSICA

Il decreto richiama la delibera di integrazione del FUS per l’ambito Musica del 17 dicembre 2018. Con essa si disponeva l’assegnazione di un totale di 1.767.039 euro a favore di Sinfonica Abruzzese (1.335.795 €) e della Società Barattelli de L’Aquila (431.244 €).

Gli stessi soggetti avevano ricevuto, per il 2017, risorse del FUS per una cifra rispettivamente di 1.430.000 euro e di 448.308 euro. Nel 2018, quindi, i beneficiari avevano incassato un importo inferiore a quello assegnato nel 2017 per una differenza pari a 111.269 euro complessivi.

L’AMBITO TEATRO

Il decreto richiama anche la delibera di integrazione del FUS per l’ambito Teatro del 19 dicembre 2018 che disponeva l’assegnazione di risorse all’Ente regionale Teatro Stabile d’Abruzzo (602.820 €) e a Teatrozeta (53.596 €).

Gli stessi enti avevano ricevuto, per il 2017, risorse del FUS per le attività teatrali per una cifra rispettivamente di 665.349 euro e di 74.274 euro. Nel 2018, i beneficiari risultavano aver ricevuto un importo inferiore a quello assegnato nel 2017 per una differenza pari a 83.207 euro complessivi.

LE RISORSE AGGIUNTIVE

Il Ministero ha così deciso di destinare il totale degli importi a differenza da corrispondere per gli ambiti Musica e Teatro (194.476 euro) al Comune de L’Aquila. Nella ripartizione delle risorse si è tenuto conto delle disposizioni normative vigenti e, soprattutto, della segnalazione del Comune capoluogo abruzzese. L’Aquila aveva infatti rappresentato difficoltà operative in seguito all’evento sismico del 2009 per i soggetti che svolgono attività di spettacolo dal vivo nel territorio. Da questo è derivato l’impegno del Mibac di garantire per tali soggetti almeno il raggiungimento dei livelli contributivi del 2017.

Approfondimenti:

http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1549457177116_REGISTRATO__D.M._21_DICEMBRE_2018__REP._579.pdf

Rispondi