“Quello della stabilizzazione dei docenti precari di religione cattolica è uno dei temi più delicati da affrontare. E sono fermamente convinta che il nostro Governo avrà la giusta attenzione e sensibilità”. Lo dichiara Flora Frate (M5S), componente della commissione Cultura della Camera. “In questi mesi si è fatta tanta, troppo confusione. Il più delle volte a soli fini strumentali. Ribadisco che non è in discussione la laicità dello Stato, così come sono da respingere al mittente tutte le accuse volte a denigrare la qualità e la dignità professionali di tali docenti. Quello che dobbiamo ricordare è che gli IRC sono stati sistematicamente esclusi da ogni piano di stabilizzazione. Una parte, con il primato di oltre 25 anni di servizio precario, pur avendo superato il concorso del 2004 non è stata immessa in ruolo; altri, con più di 36 mesi di servizio, prestano incarico a tempo determinato da 15 anni.

“Una situazione incresciosa, che ferisce il sistema scolastico e offende la dignità dei lavoratori. Una possibile soluzione al problema – come ho scritto nel mio Ordine del Giorno approvato dal Governo lo scorso 30 dicembre – non può prescindere dalla speciale abilitazione di cui gli insegnanti di religione sono in possesso e tenendo conto degli anni di servizio. In questo momento all’attenzione del Ministro Bussetti c’è una mia Interpellanza, ma su un punto occorre fare chiarezza”.

“L’ipotesi della quota riservata rischia di essere un rimedio inadeguato alla grave situazione di precariato dei docenti di religione: nelle regioni del centro sud i posti si ridurrebbero a poche decine in Campania nella scuola dell’infanzia e primaria, e meno di un centinaio nella scuola secondaria di I e II grado; in Calabria sarebbero rispettivamente 7 e 23. Sono sicura che troveremo un’intesa
ampia e condivisa, le risorse ci sono e sono certa della volontà politica del Governo”.

“Senza la stabilizzazione del precariato storico non potremo avere una scuola di qualità. A tal proposito, ho già pronta una Proposta di Legge”.

Leggi anche:

Manovra, accolto odg Frate (M5S) su piano assunzione degli insegnanti di religione

Beni culturali, Frate (M5S): Serve sinergia tra enti locali e Mibac

Rispondi