Credit photo: Commissione europea

Le città austriache di Bad Ischl, Dornbirn e St. Pölten sono state selezionate per il titolo di Capitale europea della cultura nel 2024. La preselezione si è conclusa a fine gennaio quando un gruppo di esperti indipendenti hanno confermato le tre città candidate in Austria. In autunno ci sarà la selezione finale. Nel 2024, l’Austria ospiterà la Capitale europea della cultura per la terza volta, dopo Graz nel 2003 e Linz nel 2009. Sempre nel 2024 ci sarà anche una Capitale europea della cultura in Estonia e una in un Paese candidato o potenziale candidato all’adesione all’Unione europea.

LE FASI DI PRESELEZIONE

La fase di preselezione in Estonia si è svolta a ottobre scorso, con la scelta di Narva e Tartu. La preselezione per i Paesi candidati o potenziali candidati all’adesione all’Ue, invece, si è svolta nel novembre scorso. A essere selezionate sono state le città di Banja Luka (Repubblica serba di Bosnia ed Erzegovina), Bodø (Norvegia) e Mostar (Bosnia ed Erzegovina).

LE PROSSIME CAPITALI EUROPEE DELLA CULTURA

Dopo Leeuwarden (Paesi Bassi) e La Valletta (Malta) nel 2018, ecco le prossime Capitali europee della cultura:

  • 2019: Matera (Italia) e Plovdiv (Bulgaria)
  • 2020: Rijeka (Croazia) e Galway (Irlanda)
  • 2021: Elefsina (Grecia), Timisoara (Romania) e Novi Sad (Serbia, paese candidato all’adesione all’UE)
  • 2022: Kaunas (Lituania) e Esch-sur-Alzette (Lussemburgo)
  • 2023: Veszprém (Ungheria)

Leggi anche:

Capitale europea della cultura, nel 2023 toccherà a Veszprem (Ungheria)

 

Articoli correlati