Quanto sono attivi i musei italiani sui social media? Qual è la percezione dei servizi da parte dei loro visitatori? A queste e altre domande risponde l’analisi realizzata dal Politecnico di Milano per la Direzione generale Musei del Ministero per i Beni culturali. L’analisi ha monitorato i canali social Facebook, Instagram, Twitter e siti di recensione, come TripAdvisor o Google Maps, di 100 musei e luoghi della cultura statali.

Con la diffusione di canali social e siti di recensione, è infatti diventato cruciale anche per le istituzioni museali intercettare il gradimento e monitorare i commenti degli utenti, per migliorare la propria visibilità e sviluppare delle relazioni con i propri visitatori reali e potenziali.

I PRIMI RISULTATI

I dati rilevati da agosto a dicembre 2018 evidenziano come Facebook sia il canale più diffuso tra i musei italiani. Il 79% dei musei ha, infatti, un account ufficiale. Instagram, anche se meno diffuso con una presenza dei musei del 46%, è il social che riesce a generare maggior interazione con un numero di follower in continua crescita (+5,4%).

La reputazione online dei musei è molto alta, pari a 4,5 su una scala da 1 a 5. Questo dato positivo è valido sui principali canali e le recensioni in lingua straniera provengono prevalentemente da visitatori localizzati nel Regno Unito.

Infine, l’hashtag #museitaliani si conferma il più diffuso su Facebook, Instagram e Twitter, spesso confuso con quello non ufficiale #museiitaliani.

LA COMMISSIONE DI VALUTAZIONE

Nel maggio 2018, la Direzione generale Musei del Ministero per i Beni culturali aveva avviato una procedura di selezione per l’affidamento del servizio secondo il criterio dell’offerta economica economicamente più vantaggiosa e ai sensi delle disposizioni previste dal Codice dei contratti pubblici.

Il Politecnico di Milano era risultato affidatario del servizio e ha poi realizzato una piattaforma che permette la visualizzazione in tempo reale dell’intensità delle interazioni tra il museo e il pubblico, la percezione complessiva e la percezione sui singoli servizi offerti.

Approfondimenti:

Link all’avviso della Dg Musei

Piattaforma Reputazione Musei

Leggi anche:

Reputazione online: DG musei nomina Commissione giudicatrice per l’affidamento del servizio

 

Articoli correlati