Credit photo: Getty Foundation

La Getty Foundation, con oltre 900mila dollari, finanzierà quattro progetti relativi alla mappatura digitale dei siti del patrimonio culturale in Italia, Brasile e Turchia. Le sovvenzioni sono concesse alle università e ogni progetto creerà o espanderà una piattaforma GIS (Geographic Information System) per sintetizzare dati geografici, culturali e di archiviazione. Due dei progetti sono in Italia: uno dell’Università del Massachusetts Amherst, in collaborazione con l’Istituto per lo studio del mondo antico presso la New York University, per completare il progetto triennale Pompeii Artistic Landscape Project (PALP). L’altro è un progetto biennale dell’Università di Exeter – dal titolo Immersive Renaissance – che costruirà una visione stratificata e interattiva dell’arte e dell’architettura della Firenze rinascimentale. Questi due programmi hanno ricevuto, rispettivamente, 245mila e 230mila dollari. Alla Stanford University vanno invece 220mila dollari per il progetto di cartografia digitale Living Archive di Çatalhöyük (Turchia) mentre la Rice University riceve 216mila dollari per il progetto di mappatura digitale imagineRio (Brasile).

COLLABORAZIONE TRA RICERCATORI

I fondi supporteranno l’uso di strumenti di mappatura geospaziale e digitale per documentare e analizzare i siti culturali. La Getty Foundation punta sulla cooperazione tra i ricercatori: “Gli studiosi che lavorano insieme in un’area comune, in questo caso la mappatura digitale dei beni culturali, imparano gli uni dagli altri e fanno avanzare l’intero settore”, ha affermato Joan Weinstein, direttore della Getty Foundation. Previste anche convegni, tenuti dalla Fondazione, che riuniranno i team dei quattro progetti. Il primo incontro si terrà a maggio.

Per approfondimenti:

Nuovi fondi dalla Getty Foundation per la mappatura digitale di beni culturali in Italia, Turchia e Brasile

Mibac, Vacca: digitalizzazione asset strategico anche nei Beni culturali

 

Articoli correlati