“Oggi è una bella giornata per i cittadini dell’Unione! In Commissione Cultura abbiamo approvato due importanti relazioni, praticamente all’unanimità: i nuovi programmi Erasmus+ ed Europa Creativa per il periodo 2021-2027. Per questi programmi di innegabile successo, capaci di promuovere e rafforzare concretamente il senso di appartenenza europea, abbiamo chiesto più inclusività e di aumentare significativamente le risorse”, ha esordito l’eurodeputato PD Luigi Morgano.

“I numeri parlano chiaro – continua Morgano – Dal 1987 ad oggi sono circa 9 milioni gli studenti che hanno usufruito del programma Erasmus+, tra cui più di ottocentomila italiani. Solo tra il 2014 e il 2019 sono circa 4 milioni i cittadini europei che si sono trasferiti in un altro Paese dell’UE per studiare o fare un tirocinio. Si tratta prevalentemente di studenti delle università, ma non solo. Tanti anche i ragazzi e le ragazze delle scuole superiori e gli insegnanti che hanno partecipato al programma”.

“Per quanto riguarda Europa Creativa (di cui relatrice è stata Silvia Costa, ndr), il programma quadro europeo per il sostegno alla cultura e ai settori culturali e creativi, per il periodo 2021-2027 sono stati stanziati circa 1,4 miliardi di euro per promuovere e salvaguardare la diversità linguistica e culturale europea e rafforzare la competitività del settore culturale e creativo favorendo una crescita economica sostenibile e inclusiva. Anche in questo caso, è l’Italia il Paese che maggiormente ha beneficiato e beneficia dei finanziamenti di Europa Creativa, aggiudicandosi circa il 15% totale dei progetti”, ha proseguito l’eurodeputato PD.

INCLUSIVITÀ E AUMENTO DEI FONDI

“Di fronte a questo successo, oggi la Commissione Cultura ha voluto dare un messaggio chiaro: il futuro dell’Europa deve passare dall’investimento nelle prossime generazioni e nel settore culturale e creativo. Per questo abbiamo chiesto che i fondi per Erasmus+ siano triplicati per il periodo 2021-2027, dagli attuali 14.2 a 45 miliardi di euro, con l’obiettivo di creare un programma più inclusivo, non discriminatorio e senza barriere, che favorisca una maggiore partecipazione di persone con minori opportunità, tra cui le persone con disabilità e bisogni speciali. E’ stato, infatti, adottato un preciso riferimento alla Convenzione dell’ONU sui diritti delle persone con disabilità (considerando 16b nuovo), e un nuovo articolo (13a) dedicato appositamente ad una concreta strategia per l’inclusione. Al centro della nuova proposta, inoltre, l’dea di apprendimento permanente, partenariati di eccellenza e mobilità anche per scuole e giovani atleti. Ugualmente, abbiamo chiesto di raddoppiare il bilancio di Europa Creativa per sostenere i settori culturali e creativi, la mobilità per gli artisti, e la musica europea!” ha spiegato Morgano.

“Il risultato di oggi è un passo avanti importante, ed il risultato di un lavoro che, come Commissione Cultura, abbiamo portato avanti nei cinque anni di questa legislatura che volge al termine, per la cultura, la creatività e l’istruzione in Europa. Queste relazioni passeranno ora al voto dell’Assemblea Plenaria a Strasburgo, a marzo, per essere poi negoziate dal Consiglio, prima di arrivare a dei testi definitivi che renderanno operativi questi programmi, così importanti per i cittadini dell’Europa!” ha concluso Morgano.

Leggi anche:

Ue, da comm. Cultura via libera a “Europa Creativa 2021-2027”

Europa Creativa, Costa (S&D): programma più ambizioso che raddoppia le risorse

 

Articoli correlati