“Da mesi si assiste a un drammatico impasse rispetto alla nomina del nuovo direttore della Reggia di Caserta che si ripercuote in evidenti e gravi disagi al sito che sta perdendo appeal e visitatori”. Lo afferma il deputato Piero De Luca (Pd) in un’interrogazione al ministro per i Beni culturali, Alberto Bonisoli.

L’ex direttore Mauro Felicori, sostiene De Luca, “aveva decisamente rilanciato l’immagine della Reggia sulla scena culturale nazionale e internazionale: basti pensare che il sito vanvitelliano sotto la sua guida aveva ottenuto un nuovo record di visitatori”. Poi, “in ragione della legge sulla quiescenza obbligatoria per limiti di età dei dipendenti pubblici, l’incarico del dottor Felicori come direttore della Reggia di Caserta è cessato in anticipo rispetto alla scadenza originariamente prevista”.

Secondo De Luca, “il governo sin dal suo insediamento non ha prestato la dovuta attenzione al sito culturale determinando una serie di criticità per uno dei poli di maggiore richiamo del patrimonio culturale italiano”. C’è anche stato, rileva il deputato Pd, “un pregiudizio ‘ideologico’ nei confronti dell’impianto della cosiddetta ‘riforma Franceschini’, che pure ha consentito di realizzare un indiscusso rilancio del patrimonio archeologico, artistico e culturale in Italia”.

Scrive De Luca: “Molta eco ha avuto sugli organi di informazione la diminuzione dei visitatori nel mese di gennaio 2019 con un -23 per cento e sistematicamente vengono riportate notizie di una cattiva gestione del sito con criticità nella manutenzione ordinaria, chiusura di sale e pessima condizione del verde dei giardini. Si palesa un grave deficit gestionale che potrebbe aggravare ulteriormente le prospettive del sito considerata l’incertezza manifestata fino ad oggi circa la individuazione del percorso da seguire per la nomina del nuovo direttore”.

De Luca chiede quindi al titolare del Mibac “quali iniziative intenda assumere con la massima urgenza per avviare una procedura di selezione pubblica, aperta e trasparente per l’individuazione, su basi di assoluta competenza e qualità manageriali, del nuovo direttore della Reggia di Caserta, al fine di dare certezze gestionali al sito e possibilmente proseguire nell’azione di valorizzazione avviatasi con il dottor Felicori”.

Leggi anche:

Reggia di Caserta: si insedia Lampis accompagnato da Panebianco, Coccoluto e Parrulli

Emilia-Romagna, Felicori nuovo direttore di “Ago” Modena Fabbriche Culturali

 

Articoli correlati