“Penso bene dell’idea di fare del Corridoio Vasariano una via aerea sopra Firenze che congiunge gli Uffizi a palazzo Pitti; è stata anche una idea mia, quando ero ministro per i beni culturali e soprintendente a Firenze”. Lo ha detto a TourismA, Salone dell’archeologia e del turismo culturale al via a Firenze, l’ex ministro dei beni culturali Antonio Paolucci. “Poi per tante ragioni questa idea non ha potuto concretizzarsi – ha aggiunto – Questa idea è giusta, e bella anche; l’idea è che in questo percorso protagonisti non saranno i quadri, le singole opere d’arte, che non ci saranno; infatti gli autoritratti saranno da un’altra parte; protagonista è Firenze, il paesaggio di Firenze, 73 finestre aperte su altrettanti ‘quadri’, sulla città e sul fiume. L’idea è bella, è positiva. Naturalmente ci sono problemi tecnici, ed il direttore degli Uffizi Eike Schmidt li ha elencati nella sua presentazione. Ma l’idea merita assolutamente di essere realizzata”.

Rispondendo ai cronisti che gli chiedevano cosa pensasse del prezzo che si dovrà pagare per accedere al Corridoio, 45 euro in alta stagione (20 in bassa), l’ex ministro ha spiegato di ritenere che “sia troppo poco per uno spettacolo come questo: per la possibilità di attraversare il Corridoio vasariano, un foglio da 50 euro non è veramente nulla. E lo dice uno che lo conosce bene il Corridoio vasariano e sa che emozione e stupore si prova ad attraversarlo. Questo – ha concluso – è uno dei progetti più importanti e affascinanti del mio amico Eike Schmidt”.

 

Articoli correlati