Otto impianti sciistici e altrettante oasi naturali da raggiungere comodamente in treno. Sono le mete raccontate nel nuovo Travel Book di Trenitalia “Neve&Parchi” presentato a Villa Patrizi, sede del Gruppo Ferrovie dello Stato italiane, come vademecum del viaggiatore leisure. 

Il progetto editoriale è stata presentato alla presenza di Enzo Lavarra, vice presidente Federparchi, Serafino Lo Piano, responsabile delle Vendite Internazionali e charter della Divisione Passeggeri Nazionale e Internazionale di Trenitalia, e Maria Annunziata Giaconia, direttrice della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia.

IL PROGETTO EDITORIALE 

“Neve&Parchi” è un progetto editoriale che mira ad incentivare l’utilizzo del trasporto regionale verso i viaggi di piacere, per un turismo sempre più confortevole, sostenibile e sicuro, attento alle esigenze di spostamento delle persone nel tempo libero.

Protagoniste dei Travel Book Trenitalia non sono quindi solo le città d’arte ma anche le bellezze naturalistiche in regioni balneari e montane raggiungibili in poche ore con il trasporto regionale. Otto destinazioni esposte nel nuovo vademecum che si rivolge al circa 30% dei passeggeri che usano i regionali Trenitalia per turismo e tempo libero.

LAVARRA (FEDERPARCHI): FRUIBILITÀ AREE PROTETTE CON MOBILITÀ DOLCE

Il vice presidente Federparchi, Enzo Lavarra, ha aperto la presentazione con un “plauso per la pubblicazione di questi itinerari, che segnano una svolta nel segno della fruibilità delle aree protette mediante mobilità dolce”. 

Nell’ambito della collaborazione tra la Federazione e il Gruppo Fs ha evidenziato come “l’offerta di turismo sostenibile ed esperienziale sia esaltata attraverso la collaborazione con il sistema della strada ferrata. Si tratta di esperienze che aprono a ulteriori potenzialità”. 

Infine, Lavarra ha sottolineato il lavoro di Federparchi nella promozione e salvaguardia delle aree naturali. “Federparchi è componente dell’associazione europea Europark Federation che certifica la sostenibilità delle aree naturali protette. Federparchi Italia, in particolare, è tra i primissimi posti ad aver ottenuto importanti riconoscimenti della Carta europea del Turismo Sostenibile e prossima a ricevere lo stadio tre che certifica i grandi tour operator internazionali nel veicolare l’offerta”. In quest’ottica, ha concluso Lavarra, sarebbe opportuno “intensificare la fruizione mediante il rapporto treno bici e programmi ulteriori”. 

LO PIANO: UN’ENCICLOPEDIA DEI TRAVEL BOOK

Nel corso della presentazione Serafino Lo Piano, responsabile delle Vendite Internazionali e charter della Divisione Passeggeri Nazionale e Internazionale di Trenitalia, ha mostrato il contenuto del Travel Book e alcuni dati in merito all’utilizzo dell’offerta del Gruppo FS. In particolare, il 33% dei clienti si muovono per motivi di turismo.

Per questo motivo, per Lo Piano, “questi Travel Book devono essere quasi un’enciclopedia da mettere all’interno del Museo della Fondazione presente all’interno di Villa Patrizi perché per la prima volta il trasporto regionale sta facendo iniziative per il cliente che viaggia con Trenitalia per motivi di turismo”.

È bene ricordare, ha continuato Lo Piano che “l’Italia non è tra le prime destinazioni visitate a livello mondiale ma è tra le prime tra le destinazioni dei turisti che si muovono in treno”.

GIACONIA: LOCALITÀ MENO NOTE E IL TRASPORTO REGIONALE

Ma qual è l’obiettivo dei Travel Book? Maria Annunziata Giaconia, direttrice della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, ha spiegato che “l’obiettivo di Trenitalia regionale sono i pendolari, le persone che viaggiano tutti i giorni utilizzando il treno e che viaggiano anche nel loro tempo libero”. La quota cresce infatti, secondo le ultime rilevazioni, fino all’8%. “Abbiamo rilevato il segmento a cui volevamo dare una risposta ma soprattutto la nostra divisione Trasporto regionale ha cercato di fare un salto di qualità negli ultimi anni”.

I Travel Book sono inoltre, ha sottolineato Giaconia, “un’occasione di far conoscere anche quelle località meno note o le località note che non si sa sono raggiunte dal treno.

LE LOCALITÀ NEVE

Gli otto impianti contenuti nel Travel Book sono:

  • Valle d’Aosta: Aosta-Telecabina Aosta-Pila;
  • Piemonte: Bardonecchia;Beaulard -Parco delle Manavelle; Limone Piemonte-Riserva Bianca Lift;
  • Trentino Alto-Adige: impianti di risalita di Dobbiaco; Versciaco-Comprensorio Tre Cime; San Candido-Baranci;
  • Veneto: Cortina d’Ampezzo.

LE LOCALITÀ PARCHI

Per quanto riguarda le località parchi, invece, la guida racchiude:

  • Liguria: Parco Nazionale Cinque Terre;
  • Lombardia: Parchi Oltrepò Mantovano;
  • Veneto ed Emilia Romagna: Parco naturale Delta del Po;
  • Toscana: Parco Nazionale Foreste Casentinesi;
  • Umbria: Parco nazionale dei Monti Sibillini; Parco naturale Fonti del Clitunno;
  • Lazio: Bosco Macchia Grande;
  • Puglia: area marina protetta Torre Guaceto.

I TRAVEL BOOK DI TRENITALIA

Con il Travel Book “Neve&Parchi” sono in tutto sei le guide cui Trenitalia ha pensato per far conoscere il grande patrimonio accessibile attraverso l’utilizzo dei servizi regionali di Trenitalia. Insieme a esso, infatti, la compagnia ha pubblicato anche le edizioni “Patrimonio Mondiale dell’Unesco”, “Borghi”, “Mare” e “Grandi Giardini Italiani”, tutti disponibili in versione digitale.

I Travel Book raccolgono cenni storici, principali curiosità, attrazioni, culture, prodotti ed eventi particolari delle location trattate oltre che il dettaglio sulla tratta ferroviaria interessata per far sapere come raggiungere la destinazione scelta.

Trenitalia, ha ribadito anche nel corso di questa presentazione Maria Annunziata Giaconia, sta lavorando alla distribuzione cartacea nelle edicole e nelle riviste soprattutto per far conoscere il patrimonio meno conosciuto. Un lavoro che si affianca a quello per distribuirle nelle agenzie di viaggio. Sull’idea di Lo Piano di inserire i Travel Book nel Museo della Fondazione si è detta d’accordo evidenziando però come i destinatari della collezione dovrebbero essere soprattutto “gli appassionati”.

Leggi anche:

Trenitalia-Unesco, presentato il Travel Book dei 33 siti Unesco a portata di treno

 

Articoli correlati