“L’idea di Nizzo ci piace molto, l’hashtag #sipuòFaro lo trovo molto efficace”. Così Cristina Da Milano, vicepresidente di Culture Action Europe, commenta con AgCult l’hashtag #sipuòFaro lanciato da Valentino Nizzo, direttore del Museo etrusco di Villa Giulia nella speranza che i parlamentari approvino un testo “che potrebbe cambiare molto la percezione del patrimonio nel nostro paese, a livello dei cittadini e non soltanto a quello dei professionisti”. (per approfondimenti leggi: Convenzione di Faro, Nizzo (Villa Giulia) lancia l’hashtag #sipuòFaro).

LA RATIFICA “UNA NECESSITA’ IMPROROGABILE”

Qualche giorno fa i soci italiani del Cae avevano definito “una necessità improrogabile” l’approvazione della Convenzione. Gli obiettivi della Convenzione “sono chiari e innovativi – avevano sottolineato in una nota -. Riconosce che il diritto al patrimonio culturale è connesso al diritto dei cittadini di partecipare alla vita culturale, così come stabilito della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Sottolinea che la conservazione del patrimonio culturale, e il suo uso sostenibile, hanno come obiettivo lo sviluppo umano e la qualità della vita”. (Per approfondimenti leggi: Convenzione di Faro, Cae: necessità improrogabile la sua approvazione).

 

Articoli correlati