Nel corso dell’esame del Dl Cultura in Aula della Camera è stato accolto l’ordine del giorno di Michele Anzaldi (Pd) – al quale si sono aggiunti oltre 110 deputati del Partito democratico e di Liberi e Uguali - che impegna il governo “per quanto di propria competenza a garantire la massima sicurezza e contrastare ogni forma di violenza ai danni dei protagonisti di questa realtà e far sì di sostenere l’azione culturale del Cinema America contro ogni forma di intimidazione".

Nel corso del dibattito in Aula, il Governo rappresentato dal sottosegretario Gianluca Vacca, che aveva inizialmente proposto una “riformulazione tecnica perché ovviamente varie istituzioni concorrono alla garanzia della sicurezza pubblica”, ha poi accolto la versione iniziale dietro le insistenze dei parlamentari. Un gesto, quello di Vacca, salutato da un appaluso dell’Assemblea.

L’ORDINE DEL GIORNO

Da anni – ricorda Anzaldi nel suo odg - le proiezioni del Cinema America a Roma hanno assunto un importante valore culturale di aggregazione e passione per l’arte cinematografica; negli ultimi mesi si sono registrati inquietanti atti di violenza ai danni degli animatori di questa importante realtà con aggressioni portate da gruppi estremisti di destra; l’ultimo in ordine cronologico addirittura lontano da Roma con un ragazzo aggredito solo perché indossava la maglietta "brand" del Cinema America; forte deve essere la condanna contro questi atti vili; vanno rafforzate le misure a sostegno di realtà come il Cinema America che hanno il grande merito di promuovere la cultura e farsi parte attiva di momenti di aggregazione e confronto.

 

Articoli correlati