Il ministero dei Beni culturali potrebbe impugnare il Piano territoriale paesistico regionale del Lazio approvato questa mattina dal Consiglio regionale dopo una maratona notturna. Criticità, secondo quanto si apprende, sarebbero state sollevate dalla direzione generale Archeologia e belle arti. Immediata la replica della Regione: "Il Piano Paesaggistico approvato dal Consiglio regionale del Lazio non contiene le 445 situazioni critiche evidenziate dal Mibac. Raccogliendo le sollecitazioni del Ministero, infatti, l'Amministrazione regionale ha presentato un sub maxi emendamento durante i lavori d'Aula, che ha tolto le 445 osservazioni non condivise dal Mibac".

 

Articoli correlati