“E’ necessario promuovere le infinite vie del turismo, valorizzando l’incredibile ricchezza del nostro patrimonio naturale, storico artistico”. Lo ha detto il presidente del Consiglio dimissionario, Giuseppe Conte, durante il suo intervento in aula al Senato in occasione delle sue comunicazioni a Palazzo Madama dopo la mozione di sfiducia presentata dalla Lega al suo governo. Conte ha annunciato che al termine del dibattito parlamentare si recherà dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella per rassegnare le dimissioni e rimettere nelle sue mani il mandato. 

Il premier Conte ha proseguito dicendo che “questa valorizzazione deve passare anche attraverso il recupero delle nostre più antiche identità culturali, delle nostre tradizioni locali, delle bellezze dei nostri borghi, dei piccoli comuni”. Conte, accolti dagli applausi di parte dell’aula, ha infine ricordato “che con recentissima delibera abbiamo stabilito che il prossimo 26 ottobre sia la giornata nazionale dedicata alle tradizioni popolari e folcloristiche”. 

 

Articoli correlati