Tartu, Estonia

Sarà la città di Tartu, in Estonia, una delle Capitali europee della cultura nel 2024. La fase di preselezione in Estonia si è svolta a ottobre scorso, con la scelta di Narva e Tartu: quest’ultima ha avuto la meglio aggiudicandosi l’ambito riconoscimento. Sempre nel 2024 ci sarà anche una Capitale europea della cultura in Austria (nella short list ci sono Bad Ischl, Dornbirn e St. Pölten) e una in un Paese candidato o potenziale candidato all’adesione all’Unione europea: a essere pre-selezionate in questo caso sono le città di Banja Luka (Repubblica serba di Bosnia ed Erzegovina), Bodø (Norvegia) e Mostar (Bosnia ed Erzegovina). La città vincitrice in Austria sarà annunciata a novembre mentre la selezione finale per il Paese candidato o potenziale candidato all’adesione all’Unione europea si svolgerà a fine settembre.

UNA GRANDE OPPORTUNITA’

“Nel 2024 l’Estonia avrà di nuovo una Capitale europea della cultura. Dopo Tallinn nel 2011, sarà ora la volta di Tartu a essere sotto i riflettori per un anno - afferma Tibor Navracsics, commissario europeo responsabile per istruzione, cultura, gioventù e sport -. Si tratta di una grande opportunità per una città di accrescere la sua vitalità e le sue ambizioni culturali, di portare la cultura e il patrimonio culturale nel cuore delle sue comunità, consentendo alle persone di imparare di più. I visitatori provenienti dall'Europa e da tutto il mondo avranno la possibilità di scoprire la città e i suoi beni culturali, ma anche di apprezzare la diversità delle culture nel nostro Continente”.

LE PROSSIME CAPITALI EUROPEE DELLA CULTURA

Dopo Leeuwarden (Paesi Bassi) e La Valletta (Malta) nel 2018, Matera (Italia) e Plovdiv (Bulgaria) nel 2019, ecco le prossime Capitali europee della cultura:

  • 2020: Rijeka (Croazia) e Galway (Irlanda)
  • 2021: Elefsina (Grecia), Timisoara (Romania) e Novi Sad (Serbia, paese candidato all’adesione all’UE)
  • 2022: Kaunas (Lituania) e Esch-sur-Alzette (Lussemburgo)
  • 2023: Veszprém (Ungheria)
 

Articoli correlati