Comincia oggi e si concluderà domani il Vigoni For Europe, convegno internazionale ideato dal Centro Italo-Tedesco per l’Eccellenza Europea Villa Vigoni in collaborazione con i ministeri degli Esteri italiano e tedesco dedicato alle politiche culturali. L’edizione 2019, promossa con la Triennale Milano dal titolo Re-Thinking Creativity in a Changing Society, si interroga sui nuovi significati della creatività nella società di oggi. Il Vigoni For Europe si svolgerà oggi presso Villa Vigoni a Loveno di Menaggio sul Lago di Como con un tavolo tecnico di lavoro e domani con un incontro presso la Triennale Milano aperto al pubblico a partire dalle ore 10.

All’appuntamento di domani sarà presente il ministro per i Beni culturali, Dario Franceschini, che così commenta: “La cultura rappresenta un valore fondante nelle relazioni italo-tedesche. Eredi di una storia secolare di reciproci influssi, oggi Italia e Germania reinterpretano in chiave contemporanea le proprie tradizioni grazie a un dialogo virtuoso fra creatività e territorio, in cui artigianalità delle produzioni e attenzione alla sostenibilità si coniugano nel reciproco rispetto del rapporto tra uomo e natura”.

Secondo il presidente della Triennale Milano Stefano Boeri, che ha da poco chiuso la XXII Edizione della Triennale di Milano, “la creatività va intesa come un atteggiamento mentale che non può non tener conto del rapporto dell’uomo con le urgenze e le istanze del suo tempo”. Aggiunge Boeri: “Con Broken Nature, XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, abbiamo cercato di mettere in luce come, anche attraverso il design e il progetto, l’uomo possa ricucire quel delicato rapporto con la natura che da tempo che è stato compromesso. Sono felice che le riflessioni partite da Broken Nature non si esauriscano con il termine della mostra stessa ma siano solo l’inizio di un percorso che Triennale vuole intraprendere anche in collaborazione e dialogo con altre istituzioni internazionali, quali l’Haus der Kulturen der Welt di Berlino che, proprio nell'ambito di Broken Nature, ha proposto una importante lettura e reinterpretazione di temi e problematiche legati all’Antropocene. Un ulteriore rilevante passo sarà la presenza di Triennale Milano all'UN Climate Summit dal 21 al 23 settembre a New York dove si discuterà di cambiamento climatico e forestazione urbana”.

Dichiara il ministro tedesco per la Politica culturale internazionale, Michelle Müntefering: “‘Created in Europe’: questa è la mia visione per un’industria creativa europea forte e transfrontaliera, e per un’idea di design sostenibile nel mondo. Quest’impulso può venire da Italia e Germania assieme”. Un modello positivo di cooperazione tra Italia e Germania su cui Christiane Liermann Traniello, segretario generale del Centro Italo-Tedesco, si esprime con soddisfazione: “Da sempre Italia e Germania sono unite nel forte convincimento che la cultura debba ricoprire un ruolo centrale nel dibattito europeo. Villa Vigoni, con i suoi quasi 80 incontri l’anno dedicati alla cooperazione tra Italia e Germania, è un esempio concreto della forte volontà dei due paesi di continuare ed approfondire il dialogo proficuo a livello europeo”.

Al convengo parteciperanno tra gli altri Carlo Capasa, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana e Christiane Arp, presidente del Fashion Council Germany.

 

Articoli correlati